Emis Killa

La bara più grande del mondo - streaming esclusivoIntervista

La bara più grande del mondo - streaming esclusivo
02/12/2011 di Enrico Piazza

Dopo aver firmato con la Carosello, Emis Killa pubblicherà a gennaio il suo primo disco ufficiale (al momento non sappiamo ancora il titolo). Per prendere in contropiede in fan ha deciso però di regalare "Il peggiore", un nuovo street album in free download a partire dal 19 dicembre. Ha scelto Rockit per presentare un brano in anteprima esclusiva. Enrico Piazza gli ha fatto qualche domanda.

 

Sei Il Peggiore sotto che punto di vista?
Sono il peggiore da un sacco di punti di vista, ma del resto tutti siamo i peggiori in qualcosa... scherzi a parte il titolo è ironico, volevo un po' sdrammatizzare, siccome molto spesso vengo attaccato dalla critica per cose che ritengo insensate ho voluto accontentare un po' tutti dicendo da solo quello che in tanti ripetono come una filastrocca... spesso anche per sentito dire, senza un perchè, ma un po' come succede nella vita di tutti...

Come mai ancora uno street album in free download e non uno ufficiale?
In realtà questo street album è un regalo, sto praticamente donando dei brani che per una ragione o per un'altra abbiamo preferito non includere nel disco ufficiale, perche' magari erano un po' fuori contesto pur non considerandoli dei pezzi scadenti.

Descrivicelo meglio, con chi hai lavorato?
"Il Peggiore” è un piccolo antipasto. Come gia ho detto più volte, ho tenuto i piatti prelibati per il disco che uscirà prossimamente. Ho sentito l'esigenza di creare questa sorta di "passaggio" a una fase della mia carriera e della mia vita un po' più matura. Ho lavorato in parte con i soci di sempre della crew Blocco Recordz ma ho voluto lasciare spazio anche ai miei amici e colleghi che meritano, che per me hanno del potenziale... con le produzioni ho lavorato con un personaggio che secondo me è un istituzione, ma non posso svelartelo ora, magari in futuro...

Hai firmato per la Carosello Records. Ora che c'è un'etichetta che lavora per te è cambiato qualcosa nella tua vita professionale e nell'approccio alla tua musica da parte dei fan?
Sicuramente ho notato parecchie differenze, insomma, devo essere sincero inizialmente ero un po' spiazzato, credevo che sarebbe stato tutto più semplice. In passato mi limitavo a rappare, ora faccio lo stesso, ma sento comunque il peso di dover affrontare una prova. Penso di aver cambiato moltissimo il mio atteggiamento nei confronti della musica, per me ora è tutto più serio, mi auguro che questo arrivi anche questo ai fan, mi auguro capiscano che dietro a un lavoro come quello che andrò a pubblicare c'è impegno impensabile, mio in primis, ma anche di Staff, di crew, e di etichetta. Neppure io lo immaginavo prima di trovarmici dentro.

Hai sempre pubblicato lavori in free download, quando uscirà l'album ufficiale e che aspettative hai? Secondo te è ancora possibile vendere dischi in Italia?
Sinceramente mi fai una domanda a cui non saprei rispondere. Io spero di sì, ecco, la situazione vendite è quella che è ma sono convinto che ci sia la possibilità di emergere se proponi un lavoro di qualità. Più che altro il sistema del freedownload ha un po' disabituato l'ascoltatore medio all'amore nei confronti del disco, la grossa disponibilità e rapidità di "recupero" di brani e dischi è un deterrente, ma il passaggio al disco ufficiale in vendita è un momento cruciale a cui non puoi sottrarti se vuoi fare questo lavoro.

 

Ascolta La bara più grande del mondo (prod. Big Fish)

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Se sei un artista norvegese, il governo ti regala questo autobus per andare in tour