12/04/2012 di Max Pezzali

Abbiamo chiesto a Max Pezzali di scrivere qualche parola per ognuna delle 21 cover degli 883 contenute in "Con due deca". Ecco cosa ne è uscito.

 

Scarica gratis "Con due deca"
La prima compilation di cover degli 883

 

I Cani - Con Un Deca
Quando ho visto per la prima volta i filmati su YouTube dei Cani che suonavano "Con Un Deca" durante i loro concerti sono rimasto folgorato: ragazzi che avrebbero dovuto essere anagraficamente e artisticamente lontanissimi da quella canzone la interpretavano come se fosse cosa propria, con un’intensità e una “pertinenza” devastanti.

Carpacho! - Nord Sud Ovest Est
Très chic. Voce suadente e armonie eleganti ma senza alcuna sindrome da primi della classe, mille citazioni come i Level 42 nel ritornello, il tutto supportato da un tessuto ritmico elettronico costruito benissimo.

Selton - Come deve andare
Il pezzo originale è una ballata, qui si è scelto saggiamente di ribaltare il discorso partendo da una ritmica che cita alla lontana i Cure. Il grande colpo di scena è il passaggio alla strofa in portoghese/brasiliano, senza stacchi e con una grande coerenza d’insieme.

Colapesce - Gli Anni
Semplicemente meraviglioso. Sembra che il pezzo sia stato scritto ieri esattamente così. I suoni, le armonie, l’arrangiamento, la malinconia di fondo, la voce. Addirittura l’ultima strofa è costruita come una citazione della versione originale. Incredibile.

Amor Fou & AntiteQ - Come Mai (Pregando per un Synth)
Come suggerisce il “tra parentesi”, i suoni di synth sono protagonisti assoluti, con un tessuto sonoro che crea una tensione quasi drammatica. Interpretazione modernissima, elettronica emozionante, eterea ed evocativa.

Casa del Mirto - Una Canzone d’Amore
Geniale. Il testo è parlato dalla voce femminile con un sensualissimo accento francese che evoca echi quasi Gainsbourghiani, a scelta tra Serge e Charlotte. Dolce da impazzire.

Nicolò Carnesi - Rotta per casa di Dio
Grandissima personalità. La ritmica è un treno in ottavi, la voce segue la melodia originale reinterpretando però metricamente alcuni passaggi; così l’insieme risulta nuovo e moderno pur senza la necessità di decostruire completamente la canzone cui si ispira.

Numero 6 - Hanno ucciso l’Uomo Ragno
Idea formidabile: chitarre acustiche quasi folk che creano un’atmosfera di mistero e di racconto epico, come se la canzone fosse una leggenda di eroismo, sangue e morte che si tramanda di generazione in generazione. Pat Garrett e Billy The Kid, "Ghost Riders in the Sky", la morte dell’Uomo Ragno...

Ex Otago - Sei Un Mito
Che bello il flauto! E poi la metrica con le parole che ci stanno anche se non c’è spazio sufficiente per le sillabe. E le frasi tronche che cambiano completamente significato, o che forse di un significato non hanno semplicemente bisogno...

Macrobiotics (Nic Sarno & Dargen D'Amico) - La regola di D’Amico
"La Regola dell’Amico" diventa una ballad hip hop/r’n’b in cui il testo originale viene ritagliato e reimpastato fino a portare al ritornello che cita il geniale Dargen D’Amico! La ritmica delle parole ai massimi livelli.

Ghemon - TPS
"TPS" è un pezzo dal testo folle che ho scritto in un momento di delusione amorosa e che ho sempre tenuto nascosto quasi vergognandomene, come un diario di prima liceo di cui non riesci a disfarti ma che speri nessuno legga mai; in questa versione r’n’b/rap mi viene da rivalutarlo completamente!

Amari - Non ci spezziamo
In questa versione il testo del pezzo, che nell’originale è quasi gridato in faccia in modo sconsiderato, diventa quasi dolce e soave; cantato così sembra persino poetico! I bridge e i ritornelli sono secondo me degli autentici capolavori.

Egokid - La Regina del Celebrità
Potenza delle idee. Il pezzo originale parla in terza persona di una fantomatica ragazza-idolo di un gruppo di amici che frequentano una discoteca; qui invece la protagonista parla in prima persona, con un cambio-shock di prospettiva cui contribuisce non poco il fatto che la voce narrante sia maschile, creando un inquietante effetto “Drag Queen sul viale del tramonto”. Il tutto su un’elegante base elettronica da club sulla quale ogni tanto fanno capolino suoni e armonie sottilmente sinistre. Figata vera.

Il Triangolo - Nella Notte
Bellissima reinterpretazione in chiave folk/Bo Diddley, con citazione di "Samarcanda" finale. Se Bob Dylan avesse scritto questo pezzo, l’avrebbe realizzato così. Stavolta mi sa che l’ho detta troppo grossa.

Maria Antonietta - Weekend
Voce dalla capacità interpretativa inaudita. Riesce a rendere credibile un testo che è pensato al maschile, e a instillare nel pezzo una forza evocativa completamente nuova e diversa dall’originale. Talento puro.

Soviet Soviet - Il Grande Incubo
Carica devastante post punk. Sonorità modernissime ma con echi che mi riportano irrazionalmente all’adolescenza negli anni 80. Mi piace mi piace mi piace.

Girless & The Orphan - Senza averti qui
Cacchio se a Sanremo nel 95 avessi portato questa canzone fatta così! Un suono che mi ricorda i Mumford and Sons però elettrificati, voce lontana e riverberata, una carica bestiale per pogare sugli Appalachi.

Lava Lava Love - Bella Vera
Sono letteralmente impazzito per questa versione di "Bella Vera". La soavità della voce unita alla perfetta scelta del tempo e del disegno delle chitarre ha trasformato un pezzo divertente ma “tamarro” in una chicca di rara classe.

I Camillas feat. Liverani & Orson Camillas - Aeroplano
Ancora stupore. Un pezzo che originariamente era un lento cantato da una ragazza di 16 anni si è miracolosamente trasformato in una traccia elettronica con basso wobbler, voce maschile lontana lontana e chitarre acustiche eteree. Bellissimo.

News for Lulu - Cumuli
Ascoltare questa versione di "Cumuli" mi ha emozionato e mi ha fatto pensare che vorrei averla scritta così, con chitarre, banjo, ukulele e un coro che strappa l’anima. E il video girato all’interno della Cupola Arnaboldi a Pavia, la mia città, mi ha emozionato ancora di più.

Dimartino - Nessun Rimpianto
Che meraviglia! Un coro tanto sinistro da sembrare quasi lugubre fa in realtà sorridere se lo si associa al testo di una canzone che racconta dello stato d’animo di una persona dopo una delusione d’amore... Bellissima idea e splendida realizzazione.

Commenti (44)

  • feedbaknoise 12/04/2012 ore 16:58 @57088#feedbaknoise

    Maria Antonietta - Weekend - Talento puro.
    Max Pezzali
    DELIRIO PURO...............

  • iocero 12/04/2012 ore 17:04 @iocero

    Alzi la mano chi ha capito una parola di Mariaantonietta.... Sembra radio mavvana di 610!!!
    Questa fa veramente dei dischi?

  • fuoconero78 12/04/2012 ore 17:16 @fuoconero78

    feedbaknoise parla dopo che con la tua band e poi da solo raggiungerai 20 anni di carriera...grazie....

  • feedbaknoise 12/04/2012 ore 17:35 @57088#feedbaknoise

    fuoconero78 accolgo il tuo rimbrotto , spero solo che dopo 20 anni di carriera non deliri........

  • fuoconero78 12/04/2012 ore 17:36 @fuoconero78

    feedbaknoise ti auguro maggiore fortuna di quella che hai come troll...

  • feedbaknoise 12/04/2012 ore 17:39 @57088#feedbaknoise

    fuoconero78 ti auguro maggior fortuna di quella che hai come sparaminchiate....

  • fuoconero78 12/04/2012 ore 17:47 @fuoconero78

    feedbaknoise sono cintura nera di minchiate...ma tu sei un degno avversario....

  • xerox193 12/04/2012 ore 17:48 @xerox193

    feedback non ti smentisci mai, sei il solito concentrato di sfiga

  • feedbaknoise 12/04/2012 ore 17:50 @57088#feedbaknoise

    fuoconero78 dai un giudizio su maria antonella , e' un talento anche per te ? ( aspetto con ansia il tuo competente giudizio anche se non hai 20 anni di carriera , oggi sono democratico , ma solo oggi approfitta.... )

  • xerox193 12/04/2012 ore 17:52 @xerox193

    ecco l'unica cosa buona che hai detto in tutta la tua vita è il giudizio sul pezzo di maria antonietta, oggi sono democratico anche io. evvai

Caricane altri

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati