16/09/2006 di maxosini

Lei è nata in Svizzera, parla italiano, canta in inglese e ha inciso per un'etichetta americana un disco a cui ha dato un titolo in latino. Ce n'è abbastanza per parlare di multiculturalità? Bene, non è questa la chiave di lettura del disco. Se dovessi usare una parola userei "punk". Non nel senso di moda che furoreggiava a Londra nel 1977, naturalmente, piuttosto nel senso di attitudine, qualcosa di universale che trascende i popoli, le epoche e le culture. Trascende anche le ere storiche, se è vero che il titolo è un citazione di Orazio che tradotta fa più o meno: "Odio la massa ignorante e la tengo lontana" (Per la cronaca l'Orazio in questione non è il cugino di Paperino…).

Nel XXI secolo il punk si fa con l'elettronica, prendendo spunto da Atari Teenage Riot, ad esempio, o dal giro della Tigerbeat6 (Kid 606, Blectum from Blechdom…) Ideologicamente modello di riferimento sono Peaches e la raunch culture in genere. Del resto Violetta ha poco da imparare in questo senso, vista la sua presenza sul sito Suicidegirls.com, per tacere di certi video che ha diffuso in internet… Il suo talento musicale non va però sottovalutato. Violetta condensa campioni sonori fino a farli esplodere ad imitazione di una supernova. Nel processo, la sua voce infonde quel tanto di isterismo e acidità che servono per conferire alla fredda materia elettronica un tono espressionista. A quel punto aggiunge un tocco di sana misantropia e il gioco è fatto.

Manca forse solo un'hit epocale a rendere questo disco perfetto. L'ascolto è comunque d'obbligo, con l'avvertenza di non esagerare col volume.

Commenti (38)

  • Pseudo 16/09/2006 ore 12:48 @pseudo

    Ma che Paperino aveva davvero un cugino di nome Orazio? Io conoscevo solo Gastone e Paperoga. Orazio, piuttosto, era il moroso di Clarabella. Boh. Comunque ottima recensione: succosa.

  • deadsuit 16/09/2006 ore 16:55 @deadsuit

    grande violetta.

  • Antonio Belmonte 16/09/2006 ore 22:11 @antobel

    Violetta Beauregard? Un triplice insulto: al punk, all'elettronica e all'espressionismo!Non basta la semplice irriverenza musicale a fare di un disco un buon disco.

  • Kontrasto 17/09/2006 ore 13:15 @kontrasto

    Ma Paperino non ha un cugino di nome Orazio! Orazio è un cavallo, t par possibile???

  • lant 18/09/2006 ore 12:52 @lant

    come da titolo :)

  • Faustiko Murizzi 18/09/2006 ore 19:49 @faustiko

    non é esattamente quello che rientra nei miei ascolti. però quanto ho avuto modo di vedere al miami mi convince più che su disco. e mi é sembrata credibile anziché no.

  • mooninjune 19/09/2006 ore 13:14 @mooninjune

    Che poi mica è musica quella, è rumore.... son capaci tutti a schiacciare un pulsante e far partire le basi.......













    :[

  • livere 19/09/2006 ore 16:44 @livere

    beh credibile lo è di sicuro.. sempre che quello che fa si possa chiamare "musica"...

  • Nicola Bonardi 19/09/2006 ore 16:46 @nicko

    il cumshot è più che credibile.
    :[

  • Faustiko Murizzi 20/09/2006 ore 15:14 @faustiko

    non so se quello possa definirsi musica... :]

Caricane altri

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati