"Erica cuore ad elica": Giorgio Poi è l'artista che ci meritiamo tutti

Giorgio Poi ha pubblicato oggi il nuovo singolo "Erica cuore ad elica" ed è una conferma assoluta
10/10/2019 10:30

Si discute tanto ultimamente di quanto la nuova musica italiana non metta d’accordo le generazioni lontane tra loro. La grossa scissione tra i giovani che (a detta dei più grandi) ascoltano musica senza contenuti e il vecchio patrimonio cantautorale che ha condito la cultura delle vecchie leve con album e canzoni “che andrebbero studiate nelle scuole”. In parte questo discorso è vero, in parte totalmente sconclusionato. 

“Come fanno le cicale, a smettere tutte insieme, prendere fiato e ricominciare come gli viene” 

La musica odierna è fatta di tantissime sfumature diverse, esce dai canoni ghettizzanti del “genere musicale”, si propone di costruire le proprie correnti e i proprio suoni mischiandoli, rendendoli eterogenei, con una costruzione orizzontale, a volte riprendendo anche il passato. Molti di noi si saranno trovati seduti a tavola, per cena, a discutere con i propri genitori di quanto siano fieri dei loro miti, e di risposta si saranno sentiti forse incompresi, zittiti con la classica frase che recita “un tempo la musica italiana era di tutt’altra pasta”. Se nelle vostre personali playlist spunta più di una volta il nome di Giorgio forse dovreste provarci a farlo ascoltare ai vostri zii o ai nonni o ancora ai vostri genitori. In “La musica italiana” insieme a Calcutta, Giorgio Poi lo aveva pure detto: 

“Le mani nei capelli, quando partiva Vasco, Battiato che paura chissà che lingua parla, Battisti e Lucio Dalla fanno musica di merda, Calcutta e Giorgio Poi madonna che tristezza”, il peso della tradizione cantautorale italiana la nuova scena lo conosce bene. 

giorgiopoi

“E tu invece come fai a scegliere con il dito, un posto in mezzo al cielo, il tuo preferito”

L’artista novarese ha pubblicato proprio oggi “Erica cuore ad elica” e si riconferma essere uno tra gli artisti musicalmente e stilisticamente più potenti della nostra generazione. Con questo pezzo Giorgio sembra aver fatto ancora un volta un passo in avanti, è diventato adulto, alzando l’asticella che già aveva segnato con l’uscita di "Fa Niente" nel 2017 e con "Smog" pubblicato questo anno; non a caso lo ha voluto Luca Carboni nel singolo “Prima di Partire” e non a caso Giorgio è uno che sulla musica ci lavora, la studia e le tappe non le ha mai volute bruciare, entrando a far parte di questo mondo con pazienza certosina. Dall’Italia, prima che tutto avesse inizio, se ne era andato per un po’ ma per fortuna c’è stato un momento in cui ha pensato fosse giusto tornare, per far sentire la sua musica, facendoci entrare nel suo piccolo immaginario fatto di aerei, di stelle e tubature

In questo pezzo sembra di sentire Lucio Dalla o Fabio Concato ma senza imitazione, composta in più fasi che si concludono con un sassofono finale e un intermezzo sospeso che una stretta allo stomaco te la fanno venire, un respiro a polmoni aperti.

Giochi di parole che ricordano quel tempo della musica italiana in cui nel testo bisognava leggere tra le righe, le stesse parole che estrapolate dal loro contesto musicale rimanevano un testo narrativo a sé stante. Giorgio Poi è forse l’artista senza tempo della nostra generazione, in grado di poter unire dei ponti che difficilmente riescono a toccarsi attraverso una canzone.

Non ha niente di vecchio ma tutto di nuovo, e nonostante ciò è l’artista che indistintamente ci meritiamo. Tutti. 

“Erica troppi caffè, Erica mani di vetro, Erica cuore ad elica non parlare” 

 

---
L'articolo "Erica cuore ad elica": Giorgio Poi è l'artista che ci meritiamo tutti di Chiara Lauretani è apparso su Rockit.it il 10/10/2019 10:30

Tag: news

Pagine: Giorgio Poi

Commenti (1)
  • Samuel Cipriani 8 ore fa

    Secondo me questo articolo è un po' troppo sicuro di sé. Troppe sentenze, certi concetti ci stanno stretti. Adoro Giorgio, la sua musica ed il suo carattere e spero che sempre più persone riescano ad ascoltarlo. Lui come altri, senza fare distinzioni tra vecchio e nuovo concentrandosi sulla musica sincera ed i sentimenti che genera.

    > rispondi a @samuel.andersoon
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati