Live report: Green Like July al Tender Club, Firenze Live report, 08/10/2013

Foto di Starfooker - I Green Like Julie presentano il nuovo album a Firenze, Alice Tiezzi racconta.Foto di Starfooker - I Green Like Julie presentano il nuovo album a Firenze, Alice Tiezzi racconta.
25/10/2013 di

Ci sono quelle persone che vivono nel posto sbagliato, che non appartengono al posto dove sono nati e cresciuti, come se ci fossero capitati per sbaglio. Quelle persone che, quando le guardi, ti trasmettono sensazioni che, in qualche modo, colpiscono; di quelle che provi a stento nei giorni ordinari in cui non capita niente di eccitante. Quelle persone che vogliono raccontarti storie, vogliono renderti partecipe delle immagini che vedono, o che hanno visto, dei luoghi che hanno visitato e dei personaggi che hanno conosciuto. L'avrete capito, i Green Like July fanno parte di questa categoria. Ascolti i loro pezzi e ti meravigli che ancora esistano canzoni così belle e perfette, incontaminate e dolci. Forse sono di un altro mondo, chi lo sa, basta assistere ad un loro live per capirlo.

Venerdì il Tender Club di Firenze ha accolto Andrea Poggio e compagni (già stati da queste parti nel 2011, l'anno di “Four-Legged Fortune” e, già che ci sono, vi dico che quel disco mi lasciò un misto di stupore, magia e sorpresa, e il loro live fece altrettanto). Se dovessi descrivere i Green Like July con due aggettivi, sceglierei “grazia” ed “eleganza”; composti, posati, delicati, poetici, potrei andare avanti all’infinito. Ciò che trasmettono è pace e tranquillità, ed è qui che ti domandi da quale universo parallelo provengano, senza trovare risposta alcuna. La pecca più grande è che il live inizia presto, o meglio, presto per gli assurdi standard di quelli che si smuovono da casa a stento prima delle undici di sera. Il pubblico, di conseguenza, non è molto numeroso, almeno all'inizio. Poco male, l’atmosfera è intima, riservata, un po' timida inizialmente, fino a che Andrea non ci invita ad avanzare di due passi, per riempire quella distanza che spesso si crea nei locali fra pubblico e band.

La scaletta si divide fra pezzi del nuovo “Build A Fire” e pezzi dell'album vecchio: partono “Borrowed Time” e “Agatha of Sicily”, ed è un piacere per l’udito, la chitarra suonata dolcemente, la voce sembra provenire da spazi nascosti e lontani, e ti ci devi avvicinare con calma per scoprirli davvero. "Jackson" è la storia di un luogo dal quale cerchi di allontanarti il più possibile per sentirti una persona migliore, e sembra la mia. “Tonight’s the Night” ti scivola accanto sinuosa, “Moving to the City” è la più spensierata e ritmata, Andrea ci chiede anche di aiutarlo con i cori, e l'atmosfera si fa ancora più intima e calda. E poi “Robert Marvin Calthorpe”, “A Better Man”, arrangiata diversamente rispetto al disco, con suoni più cauti e la chitarra acustica come protagonista; poi "No "Light Will Shine On Me”, “An Ordinary Friend” quando arriva “Nothing Is Forever” è talmente malinconica mi viene quasi voglia di abbracciare chi mi sta di fianco e ballare un lento, come facevano i nostri genitori quando c’era troppa timidezza per esprimere a parole (peccato che accanto a me abbia solo le mie amiche). "A Perfect Match” è cantata con trasporto, e ti ritrovi a ripertere “And you said with the past I’m done, and you don’t need him anymore, but you were wrong after all”. A questo punto il live è terminato, con “Moving To The City” come bis che ormai cantano tutti.

Ed è un peccato che sia finito, ormai c'è un'atmosfera da bambini a natale, tante scatole da scartare, una dopo l'altra. E tu potresti mettere i Green Like July in quelle bocce di vetro che se le capovolgi scende la neve. Se i quattro volevano raccontarci una storia, ci sono riusciti, pendevamo dalle loro labbra. Se volevano costruire un fuoco qui davanti a noi, vi posso assicurare che quel fuoco sa di casa, di cose dolci, che ci brucia ancora un po' nel petto, e mi auguro che non si spenga ancora per un po'.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati