Siae vs Rockit - ...SI PUO'

02/12/1999 di



La spinosa vicenda apertasi con Rockit riguardo la Licenza Sperimentale proposta dalla SIAE per tutelare il diritto d'autore in rete ha ormai fatto il giro della rete (e non solo), creando una serie di polemiche e strumentalizzazioni che la redazione di Rockit non ha mai avuto intenzione di alimentare.

Politici, legali, giornalisti e quant'altro ci stanno tirando da tutte le parti per aprire un caso che probabilmente porterebbe una gran pubblicita' per tutti, risolvendosi pero' in un nulla di fatto per tutti gli artisti che in questi anni Rockit ha cercato di aiutare.

Nonostante il prevedibile e inevitabile comunicato dei giorni scorsi, al quale avremmo voluto e potuto muovere molte e ben fondate polemiche, abbiamo preferito non rispondere in via ufficiale alla SIAE, rinviando ogni eventuale scontro al momento dell'incontro con la sezione multimediale.

Finalmente, oggi (2/12/1999), il sottoscritto si e' recato negli uffici SIAE di Roma per avere un confronto diretto con questa societa' tanto odiata e in particolare con il direttore Filippo Gasparro.

Ebbene… al grido di "EVVIVA!" possiamo dirvi che abbiamo avuto la conferma di una totale apertura della SIAE a dialogare su tutti i temi e le obiezioni da noi proposte.

Non ci sembra ancora il caso di fare anticipazioni sui molti argomenti trattati insieme al Dott. Gasparro (un ex-batterista…), ma possiamo confermarvi che gli interessi della sezione multimediale (che lo ricordiamo va considerato come un organo nuovo della SIAE) sono molti vicini a quelli di gran parte del movimento telematico a cui appartiene Rockit… si tratta di trovare gli strumenti piu' adatti per garantire, da una parte, la tutela del diritto d'autore, e dall'altra lo sviluppo libero e continuo della rete come mezzo di crescita e valorizzazione del patrimonio musicale italiano.

In via del tutto ufficiosa possiamo annunciarvi che sono previsti una serie di incontri con alcuni degli esponenti del panorama musicale telematico per cercare di sviluppare, insieme alla SIAE , delle proposte utili a trovare una strada comune per garantire e valorizzare la musica in rete.

La SIAE, come mai prima, si e' dimostrata ricettiva e ben disposta a modellare, per quanto possibile, le proprie metodologie all'evolversi di questa nuova realta' chiamata Internet, la cui storia deve essere ancora scritta…

Come raramente e' capitato in passato, questo apparato lento e per certi versi antiquato, sta cercando di andare dalla nostra (vostra) parte… perciò ci sembra giusto dargli una volta tanto un po' di fiducia…

Non sappiamo se e quanto i buoni propositi della sezione multimediale riusciranno a smuovere alcuni principi radicati nella lenta e antica organizzazione della Societa' Italiana degli Autori e degli Editori… ma prima o poi dovra' succedere che qualcosa vada come dovrebbe…



Speciale Siae-Rockit, tutti gli articoli sulla questione:

>Rockit: Per ora noi ripartiamo
>insieme si può...
>La Siae risponde: Rockit, profit o no profit?
>Siae, parliamone
>Siae, due pesi, due misure

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati