Estra - studio report n°4 Rubrica

06/02/2001 di



Rubiera, 6 febbraio 2001

Ben trovati. A questo punto non ci sono dubbi: siamo al massimo storico di forma e di buon umore, carichi di immagini e suoni digitali, ritmi industriali, sirene e bengala. Così carichi che abbiamo deciso (saggiamente?) di fare un break, ci fermiamo per cinque giorni, prima di due settimane che si preannunciano di fuoco, dove ogni singolo strumento verrà fissato - in eterno...- quanto a spazio timbro e volume. Se tutto andrà per il meglio entro Febbraio il nostro nuovo lavoro sarà completamente concluso, pronto per diventare (coi tempi dell'industria) un pezzo di plastica, seriale, stupefacente di per sè, come sempre. (Va da sè che ci segue in web-cam non ci vedrà fino a lunedì 12).

Ora siamo già al linguaggio non verbale, con Simoncioni, l'ingegnere del suono, con Ferrario, il co-produttore, tra noi lo scambio energetico è continuo, reciproco, totale, senza fatica, senza averlo dovuto cercare, con la sola voglia di ascoltarci l'un l'altro, di sentire qualcosa di patentemente emotivo che esce dalle casse di questo Esagono.

Oggi, perdonatemi, non riesco a concentrarmi troppo su questo bollettino: la mia testa è là, dentro alle canzoni, dove è giusto che io sia del resto, tutto è cresciuto talmente tanto in queste settimane, so che non devo provare a "controllare", infatti mi lascio portare via dalla musica, ed è così che mi trovo lontano, adesso, ma saluto tutti voi, la vostra cara attenzione.

Estremo

Gassificati

Niente fa male più di un minimo

Dalla parte degli oppressi

Uno sciopero a rovescio
Come ti erudisco i pupi



Tutti gli articoli precedenti dello Studio Report:

> studio report 1

> studio report 2

> studio report 3

> studio report 4

> studio report 5

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati