I 10 synth più belli di sempre secondo Alessandro Cortini dei Nine Inch Nails

25/09/2017

Di Alessandro Cortini vi abbiamo già parlato in diverse occasioni: oltre ad essere nella line up dei Nine Inch Nails, è sicuramente una delle persone più autorevoli in materia di sintetizzatori.

Alcuni mesi fa il compositore era in Italia per alcuni show dedicati ad “Avanti”, il suo progetto ispirato al rapporto tra musica e memoria. Ora questi brani andranno a comporre un nuovo disco: sarà pubblicato il prossimo 6 ottobre e, da qualche giorno, è online “Vincere”, il video che anticipa l’album.

Per l’occasione gli abbiamo la sua personale top ten dei synth più belli di sempre.

#1 - Buchla serie 200 / Music Easel

#1 - Buchla serie 200 / Music Easel

Gli strumenti costruiti da Don Buchla, ed in particolare la serie 200, rimane il mio strumento preferito: equilibrio perfetto tra creatività e logica.

#2 - EMS SYNTHI AKS

#2 - EMS SYNTHI AKS

Un organismo in se stesso, uno dei pochi strumenti che sembra vivo e da un altro pianeta. Portatile, con altoparlanti inclusi, e stereo. Molto avanti per gli anni '60/'70.

#3 - Roland MC 202

#3 - Roland MC 202

A batterie, semplice ma con un sequencer meno semplice che permette di creare melodie inaspettate.

#4 - Roland TB303 Devilfish

#4 - Roland TB303 Devilfish

La 303 non ha bisogno di introduzioni ma le modifiche Devilfish iniettano nuova vita su un design infallibile.

#5 - Sequential Circuits Prophet 5

#5 - Sequential Circuits Prophet 5

Il miglior synth analogico polifonico di tutti i tempi, ed anche l'unico che posseggo alla fine. Tutti gli altri non reggono un paragone secondo le mie orecchie.

#6 - Sequential Circuits Prophet VS

#6 - Sequential Circuits Prophet VS

#7 -Make Noise Shared System

#7 -Make Noise Shared System

#8 - Buchla 400

#8 - Buchla 400

#9 - Buchla 700

#9 - Buchla 700

#10 - Teenage Engineering OP-1

#10 - Teenage Engineering OP-1