Le macchine da scrivere per creare spartiti invece che libri

Nocoblick - 1910

Nocoblick - 1910

La Nocoblick fu inventata da Ludwig Massen a Colonia, in Germania, nel 1910, ma non ebbe mai troppo successo e fu messa fuori produzione nel 1917. Era dotata di scrivania con cassetto, per il resto era in tutto e per tutto simile a una macchina da scrivere, tanto che lettere e note erano intercambiabili. Era necessario avere spartiti con le righe prestampate per usarla.


Torna all'album

Insieme alla stampa di libri, riviste, manifesti, anche la stampa di spartiti ha subito le sue evoluzioni, compresa l'apparizione di apposite macchine da scrivere e altri congegni che hanno avuto fortune alterne. La più famosa è di sicuro la macchina da scrivere per la musica di Keaton, inventata nel 1933 e perfezionata e ampliata 20 anni dopo, ma sin dalla fine dell'800 ingegneri e inventori hanno cercato di perfezionare delle macchine che fossero d'aiuto a musicisti, compositori e direttori d'orchestra per velocizzare la scrittura degli spartiti. Abbiamo selezionato alcune delle macchine più curiose, da quelle portatili a quelle capaci di stampare oltre alle note, anche le righe e le parole.

03/03/2016 di Redazione