Droga, cibo e gatti: cinque pezzi di musica classica scritti in situazioni poco classiche

Mozart senza freni

Mozart senza freni

Sembra che Mozart, il giorno precedente alla prima del Don Giovanni, non avesse completato ancora l'ouverture. Al posto di chiudersi in casa per finire, preferì andare ad ubriacarsi con gli amici, e così si ritrovò a completare l'opera la mattina stessa della rappresentazione, il 29 ottobre 1787, mentre smaltiva un hangover pesantissimo. E forse è questo che ha reso quell'ouverture un capolavoro.


Torna all'album

Chi immagina i compositori di musica classica come personaggi seriosi e sempre chiusi nelle loro accademie a ragionare di musica come matematica e arrangiamenti difficili, forse si sbaglia. Non che Beethoven abbia mai dato un party estremo nella sua villa con piscina (o comunque all'epoca non c'erano i paparazzi o i social network a testimoniarlo), ma i bagordi di Mozart sono più che noti, tanto per citarne uno. Qui vi raccontiamo cinque situazioni curiose che forse non conoscevate, in cui sono nati alcuni pezzi di musica classica molto famosi. E sì, Mozart era davvero la rockstar del suo tempo.

24/06/2016 di Redazione