Viaggio nella scena Post-Industriale italiana degli anni '80

Pankow - Throw Out Rite

Pankow - Throw Out Rite

Immaginate un (o una) giovane, teenager o poco più, nella sua cameretta sul finire degli anni Settanta, solo, stufo, annoiato e in guerra con “un mondo non suo sapendo che il proprio non esiste” (come scriveva Lyke Wake con scorato spleen esistenzialista sul retro delle sue audiocassette). Per contrastare il senso di vuoto, alza il volume in cuffia e a occhi chiusi batte ritmicamente la testa contro un muro invisibile, ad libitum (no air guitar). I sogni della generazione “peace & love” sono andati a puttane, i vecchi hippie sono diventati capitani d’industria e con le utopie han fatto zeppe per le gambe delle loro scrivanie da manager.

Ascolta la raccolta
Compra il libro


Torna all'album

La scena post-industriale sviluppatasi in Italia agli inizi degli anni '80 è, all’interno del panorama europeo di quel periodo, tra le più creative, vivaci e deviate in circolazione. "Post-Industriale - La scena italiana degli anni '80" è il libro di Marcello Ambrosini nel quale si compone il primo completo mosaico della musica post-industriale italiana, un movimento underground che ha segnato un’intera generazione di musicisti e ha rappresentato una particolarità imprescindibile della cultura moderna.
Qui di fianco trovate alcune delle copertine e foto più interessanti dell'epoca, accompagnate dalla prefazione di Luther Blissett.

Ascolta la raccolta
Compra il libro