Riposano in pace. Le tombe dei grandi musicisti italiani, e le loro storie

La tomba di Rino Gaetano nel cimitero Verano di Roma

La tomba di Rino Gaetano nel cimitero Verano di Roma

Rino Gaetano morì la mattina del 2 giugno 1981 al Policlinico Umberto I di Roma, in seguito ad un incidente stradale all’angolo tra Via Nomentana e via Carlo Fea, dove l’auto di Gaetano si scontrò con un camion (e dove i fan continuano a portare fiori). La sua tomba, che si trova al cimitero del Verano, purtroppo è stata profanata e saccheggiata l’anno scorso: qualcuno ha rubato dal loculo una chitarra di marmo, una scultura che la sorella del cantautore aveva fatto creare su ispirazione dell'ukulele con il quale Rino si era esibito nel 1978 al festival di Sanremo e in tante altre esibizioni apparizioni televisive. La chitarra era stata creata con l'afyon, una pietra di una luminosità particolare e molto ricercata. Sulla statua era stata incisa questa frase: "Sognare la realtà, vivere un sogno, cantare per non vivere niente". Oltre alla chitarra, il ladro ha rubato anche il quaderno in cui i fan in visita alla tomba scrivevano pensieri e frasi di cordoglio in memoria dell'artista scomparso più di trent'anni fa.


Torna all'album

Da Rino Gaetano a Giorgio Gaber, le tombe dei grandi musicisti italiani hanno molto da raccontare. Un piccolo pellegrinaggio nei camposanti di tutta Italia.

01/12/2014 di Redazione