Gianni Scacco

Gianni Scacco nasce a Firenze l'8/05/97
Inizia a scrivere canzoni giovanissimo a scopo terapeutico per uscire dal tunnel psicologico che gli si era creato intorno alla scoperta della malattia della madre; è proprio per quest'ultima che, all'età di 7 anni, dà vita ad un brano già impostato, inconsciamente, secondo precisi canoni musicali e questa sua capacità, probabilmente intuitiva, lascerà a bocca aperta molti addetti ai lavori che lo chiameranno ad incidere questo brano negli studi del programma “Amici di Maria De Filippi” a Cinecittà, ad esibirsi in teatri e piazze che lo accoglieranno anche anni dopo (fra cui si ricordano il teatro Pacini di Pescia, Saschall di Firenze, Mascagni di Chiusi, Verdi di Firenze...), in radio (Radio Studio 54 intervistato da Gheri Guido, Radio Sieve intervistato dal noto speaker ed imitatore Leonardo Fiaschi, Radio Lady...) e trasmissioni televisive più o meno importanti: da “Appetizer – Aperitivo con” ospite di Chiara Lanari su Teleidea a “Il treno dei desideri” ospite di Antonella Clerici su Rai1 in cui duetta con Gigi D'alessio sulle note della sua canzone dal titolo già maturo nonostante la sua giovane età: Ricominciare. Quello con Gigi D'alessio è un rapporto che prosegue anche oltre il programma. In quel periodo Gianni conosce Gianna Nannini che sarà, per lui, un'importante consigliera e punto di riferimento per il suo approccio al mondo dell'Arte. Nel 2011 pubblica il suo primo album dal titolo “Vita senza limiti” ancora da indipendente con l'ausilio del produttore Stefano Paoletti. L'album, di cui Gianni è interamente autore e compositore, viene realizzato presso gli studi di Artestudio53 e arrangiato dal M° Franco Poggiali. In questi anni inizia la collaborazione con due grandi punti di riferimento del suo percorso: Sandro Bartolozzi (Celebre compositore che si occuperà di insegnare a Gianni le basi per la composizione e lo studio del pianoforte) e Stefano Baragli (Presentatore Rai che lo chiamerà a far parte di molte serate nel territorio toscano). Gianni stringe una collaborazione con l'associazione benefica “Girotondo per il Meyer” che lo vedrà ospite in molte serate allo scopo della solidarietà. Per solidarietà si esibisce per l'associazione Telethon quasi ogni anno. Il secondo album di Gianni, dal titolo “Demos”, decisamente più maturo, (frutto dello studio vocale con l'insegnante Filippo Zazzeri e l'esperienza live ormai consolidata) esce sotto la casa discografica milanese “Top Records” di Guido Palma in tutti i digital stores e viene promosso dall'agenzia che si occupa dell'immagine di Gianni: la “Fenice srl” di Fabrizio Corona e Armando Limone. In questo periodo escono vari articoli su giornali e riviste (Settimanale Vip, Il nuovo corriere di Firenze, Social Channel, La Nazione...) e proprio per quest'ultima, Gianni, inizia a scrivere all'interno di rubriche come “Lo sguardo di Luca” o commenti personali sul giornale riguardo a casi di cronaca, destando notevole interesse sui lettori. Anche artisti di alto calibro come Beppe Cantarelli (autore di brani per Micheal Jackson, Mina, Lucio Battisti...) si complimentano con Gianni per la dedizione e la professionalità. E' proprio per questo che, per ben due anni consecutivi, Gianni vince il premio “Io Racconto” fra migliaia di Autori. 1° premio fortemente voluto da Mogol (presidente di Giuria) che lo premia personalmente con stretta di mano sul palco del Palazzo Dei Congressi di Firenze conferendogli, oltre alla targa celebrativa, il diploma di merito conferitogli dall'OPE (Osservatorio Parlamentare Europeo). In questi anni, Gianni partecipa a numerosi festival musicali piazzandosi, sistematicamente, ai primi posti come il festival “50 anni e dintorni”, il “Bacchino Pratese” (festival presentato da Mike Bongiorno che ha lanciato per anni artisti quali Mina, Zucchero, gli Oro, Adriano Celentano...) presso il teatro Politeama di Prato in cui si classica al 3° posto.
Affiancato dai suoi musicisti, Gianni tiene vari concerti presso locali rinomati come il Keller Platz (che ospita artisti del calibro di Steve Vai). Viene chiamato come giurato presso vari concorsi canori (come “Canta Dalmazia”, “Anfiteatro di Voci”, “Stasera canto io”...) e sarà proprio Gianni a consegnare a Marco Masini l'onorato premio alla carriera presso il teatro Saschall di Firenze. Tiene un'intervista telefonica per Radio Immaginaria in cui, davanti a 10 000 persone, in piazza a Riccione, parla di musica a tutto tondo insieme a nomi televisivi come Rudy Zerbi. Fra i suoi premi, oltre al primo posto a Io Racconto, il diploma dell'Osservatorio Parlamentare Europeo conferitogli da Mogol (anni 2010 e 2011) e le varie targhe, troviamo il premio “Music'Arte” dell'associazione “Ragazzi in gamba” o il premio “Porsenna” conferitogli dalla Città di Chiusi. In questi anni, Gianni, non abbandona mai lo studio del suo strumento - la voce - e lo affianca a quello del Pianoforte con insegnanti sempre più illustri nel settore, si occupa dello strumento-voce a tutto tondo conseguendo il percorso “ProEl” del Prof. Alfonso Borragan di Santander (Spagna) appreso dalla Prof.ssa Fini Storchi (nota otorino-laringoiatra dei cantanti) nella sua totalità. Nel 2016 frequenta il Corso per Autori di Testi tenuto da Gatto Panceri presso Vocal Classes per ampliare la sua formazione in ambito autorale. Dal 2013 ad oggi è allievo di Luca Jurman (noto vocal coach che annovera tra i suoi allievi più famosi Alex Baroni, Alessandra Amoroso, Marco Carta, Valerio Scanu, Irene Grandi, Lorella Cuccarini, Roberta Faccani (voce dei Matia Bazar), Annalisa Minetti, Chiara Iezzi (Paola & Chiara), Paolo Meneguzzi, Beppe Dettori fra gli altri ed autore dei più famosi gingle pubblicitari e musical) presso l'autorevole accademia milanese “Vocal Classes”. Nel 2017 esce il singolo "Con i gomiti" con un videoclip diretto da Felipe Conceicao che vede partecipi molti volti noti del web e della tv. Il singolo anticipa l'album di ritorno in uscita nel 2018.