Non sono un artista, ma un umile studioso della bellezza.

Giovanni Marton, nato a Mestre (VE) il 13/12/1989 è un cantautore di stampo New-Wave. Cresce in un ambiente familiare in cui costantemente si respira musica e a 10 anni comincia a studiare chitarra classica, aggiungendo in futuro i correlati corsi di solfeggio, armonia e composizione. Da adolescente comincia ad appassionarsi di musica elettronica, e assieme al produttore Steve Lorenz fonda il progetto del Logica club, che nell’estate 2008 è stato in tour nell’est Europa. A 18 anni firma il suo primo contratto discografico con la Young Energy Production di Bologna la quale pubblica la compilation “Bring new music new dimension” che contiene anche il suo brano “Make your soul dance”. Poco dopo arriva la svolta firmando con la Stranamente Music di Bari. Il 29 gennaio 2009 infatti esce “Nessuna Verità”, co-prodotto con Marco Berton, singolo che pur essendo il primo riscuote una buona programmazione radiofonica e porta Giovanni ad avere le prime esperienze televisive. A luglio esce il secondo ed ultimo singolo con il suddetto editore, “Serie Relazioni”.



Superata questa fase, decide di avvicinarsi di più al mondo musicale che fin de giovanissimo ha sempre considerato prioritario nelle sue scelte stilistiche, i Bluvertigo e tutto il collettivo artistico che negli anni si è sviluppato a Monza attorno a loro. Nell’inverno del 2009 prende infatti contatto con Luca Urbani (Soerba, Sanremo ‘99) e comincia a produrre molti brani, registrando al Frequenze studio, di Monza appunto. Nel 2011 Giovanni decidere di sospendere momentaneamente il progetto dell’album per pubblicare un Ep. La produzione viene nuovamente presa in mano da Marco Berton, che con la sua etichetta bErecords, segue la produzione di nuovi brani e la riapertura di alcuni progetti del Frequenze studio. L’etichetta discografica Discipline, di Garbo, Alberto Styloo e Luca Urbani ha pubblicato il suddetto Ep dal titolo “Non sogno l’estate” il 29 gennaio 2011. Il primo singolo estratto dall’Ep “limiti privati accantonati” viene messo in rotazione da oltre cinquanta radio FM, mentre questo disco nel suo complesso porta a Giovanni decine di interviste e di recensioni sulla carta stampata.



Tra il 2011 e il 2012 Giovanni conclude “Ogni sguardo non è perso, formulario di estetica stagionale”, l’album molto atteso. Disco di 14 brani in cui il giovane cantautore apre il suo sound tipicamente new-wave italiano alle contaminazioni straniere dell’indie e del new-folk, passando infatti alla Seahorse Recordings di Paolo Messere (Blessed Child Opera). Nell’opera sono presenti due duetti, il primo con Lele Battista (La Sintesi, Sanremo 2002) e il secondo con Fabio Cinti (cantautori accomunati dalle collaborazioni con Morgan), i quali hanno anche lavorato alla produzione dei suddetti brani. Questa nuova esperienza discografica porterà il primo vero tour a Giovanni Marton, formato da varie date sparpagliate per la penisola. Nel luglio del 2012 ha partecipato live alla data vicentina del FestivalShow in categoria Big assieme a maestri della musica italiana come Michele Zarrillo, Mariella Nava ecc. “Ogni sguardo non è perso” è uscito il 7 ottobre, in digitale, e in tutti i negozi di dischi.