Tracklist

00:00
 
00:00

Descrizione

Nell’inno della XXXVII Marcia Francescana abbiamo sviluppato alcune indicazioni suggerite dagli stessi frati, spunti da sviluppare, come la dinamica fra peccato e perdono che è funzionale alla crescita nel proprio cammino di fede, e come sia necessario superare se stessi per incontrare il Signore, abbandonando le proprie paure. Emerge così un messaggio di fondo: le difficoltà, anziché essere viste come condanne e fallimenti, sono opportunità ed elementi di salvezza. È un paradosso: se non ci fosse la notte non capiremmo la luce di ogni nuovo giorno, dice la canzone, così come il percorso di un fiume è deviato grazie a una roccia, non per colpa di una roccia. In questa prospettiva le cadute durante il cammino sono viste come opportunità per rialzarsi, non come rimprovero che paralizza.

«La mano di chi sta precipitando è forse quella mano che accetta il Tuo aiuto / perché soltanto il seme che si lascerà morire è quello che ci darà frutto / Io ritorno ad apprezzare ogni goccia di acqua nel deserto / e ritorno ad osservare le stelle in cielo quando è buio / Al di là di ogni montagna / al di là di ogni difficoltà / al di là di ogni salita / c’è la strada che disegni per me».

Credits

Lyrics and Music Antonello Armieri
Produced and Arranged Kantiere Kairòs

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati