Biografia Laila Al Habash

Malinconica, frizzante, riflessiva. Laila Al Habash, 22 anni, romana con sangue palestinese, inizia a scrivere canzoni a 14 anni.
Cresce con il mito di Raffaella Carrà e di Mina, suoi punti di riferimento tanto stilistici
quanto musicali, che mescola nelle canzoni con influenze più contemporanee come Kali Uchis, Princess Nokia e Devendra Banhart.
Affascinata dall’estetica degli anni Settanta (i pantaloni a zampa sono la sua cifra
stilistica), agli ascolti rétro affianca l’interesse per l’indie pop. Si fa conoscere nel circuito dei locali del
Pigneto e San Lorenzo, quartieri dalla forte vocazione creativa prediletti dai giovani universitari, fino ad attirare l’attenzione dell’etichetta Bomba Dischi (la stessa di Calcutta) per la quale pubblica tre singoli: Come Quella Volta, Zattera e Bluetooth. I brani, molto diversi tra loro, esprimono la sua indole poliedrica che si riflette nella scrittura. Tutti e tre vengono scelti per Summertime, serie italiana trasmessa ad aprile su Netflix
che ha scalato la vetta delle classifiche mondiali.
Negli ultimi mesi Laila si è dedicata al perfezionamento della voce, delle skills di produzione musicale e di scrittura creativa, continuando a lavorare sul suo sound e
raccogliendo canzoni prossime alla pubblicazione.

Biografia a cura della redazione di Rockit

Pannello

La musica più nuova

Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

vedi tutti
Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani