Cantautore, interprete. Dopo l'avventura con la band Clovers, nel 2015 decide di dedicarsi al suo progetto cantautorale. Buone Nuove è il suo primo EP

Originario di Melito Porto Salvo, in Calabria, ma ragusano a tutti gli effetti, Mario D’Alio propone il suo nuovo singolo “Scaldami”, prodromo di un album in fase di uscita. Mario, cantautore e interprete, parte con ottime premesse e promesse, visto che “Scaldami”, insieme al precedente brano “10 Giugno”, pubblicato precedentemente farà parte del primo EP. Una delle particolarità del disco sarà la presenza di due brani dell’artista argentino di Buenos Aires, Gustavo Cerati, vero fuoriclasse della chitarra, scomparso prematuramente all’età di 55 anni. La sua passione per la musica, e in particolare per il canto e il pianoforte, è dimostrata dalla voglia di mettere i propri pensieri in musica fin dall’infanzia. A Ragusa, dove si trasferisce ad appena 6 anni, fonda i Clovers, partecipando a numerose manifestazioni musicali. Con “La nostra storia”, brano di sua composizione, la band supera la prima fase del Tour Music Fest. Varie vicissitudini portano allo scioglimento della band. Ed è questa l’occasione per dimostrare tutta la propria maturità. Così Mario decide di dedicarsi alla carriera da solista, costruendo la sua nuova strada, fatta di grande rispetto per la tradizione cantautorale italiana ma con uno sguardo proiettato nella globalità. Si comincia da “10 Giugno”, si prosegue con “Scaldami”, brani che comporranno il puzzle di un album che promette grandi cose.