Sin da piccolo appassionato di musica, dopo aver suonato la chitarra elettrica in un gruppo e aver ascoltato davvero di tutto, ho imparato a suonare anche il pianoforte e ad usare i software per produrre la musica in autonomia, e "Funky Hop" è la prima pubblicazione, contenente l'omonima canzone e lo special guest "Viaggio Notturno", un salto dalle elettroniche pungenti al funk egregio, passando per il cosmo. Infatti credo che lo stile sia piuttosto eclettico: influenze dance, funk, hip hop, pop e rock.