Bovisa Bombing 2006, espone Marco Becker

18/01/2007

Martedì 23 gennaio, sarà inaugurata presso la stecca degli artigiani, in via de Castalia 21, a Milano, “Bovisa Bombing 2006” la mostra fotografica di Marco Becker – da tempo uno dei fotografi più apprezzati tra quelli che collaborano con Rockit - che documenta il lavoro di molti writers che hanno dipinto alcuni muri del quartiere Bovisa. Nel novembre del 2006 è stata aperta in Bovisa, a due passi dalla facoltà di Ingegneria, una nuova sede della Triennale di Milano. A un centinaio di writers, tra i più bravi di Milano e a molti provenienti da oltralpe, in collaborazione con la casa editrice Ready-Made, è stato affidato il compito di segnalare la nuova presenza nel quartiere a chi arriva in Bovisa tramite le ferrovie Nord, o utilizzando il sottopasso dal quartiere Villapizzone, in prossimità dei celebri gasometri. La murata presso la stazione, lungo i binari della linea Cadorna – Bovisa, e le mura di entrambi i lati del sottopassaggio di Villapizzone sono stati riempiti di forme e colori, e con una grossa "T" rossa di "Triennale" a chiudere la sequenza. Le immagini in mostra riportano la prima sessione dei lavori dei writers, che si è svolta nelle due notti del 21 e 22 settembre presso la stazione Bovisa. Dovendo lavorare su binari in esercizio, i graffittari hanno avuto il permesso di dipingere solo nell'arco di tempo che separa il passaggio dell'ultimo treno della sera dal primo della mattina, quindi dalle 24 alle 5 circa, energie permettendo. Le due notti di tempo concesse non sono state sufficienti per ultimare i lavori e i writers sono stati costretti a tornare alle vecchie abitudini: nelle notti seguenti alcuni di loro hanno scavalcato le recinzioni per ultimare i propri pezzi.

Per info:
www.marcobecker.go.to

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Com'è Brunori Sa, il nuovo programma di Dario Brunori su Rai 3