David Gilmour è stato nominato cittadino onorario di Pompei

Foto di Ansa/Cesare Abate - Foto di Ansa/Cesare Abate -
11/07/2016 11:11 di

Nel 1971 i Pink Floyd hanno suonato nel bellissimo anfiteatro romano di Pompei per presentare al pubblico l’album "Meddel". Da quel concerto fu tratto il noto film-documentario diretto da Adrian Maben, "Pink Floyd: Live at Pompeii", uscito poi nei cinema americani nel 1974.

A distanza di 45 anni, il chitarrista David Gilmour ha deciso di tornare in questa splendida location. Lo scorso giovedì il musicista inglese ha suonato molti dei suoi più grandi successi davanti ai 2600 paganti che sono riusciti ad accaparrarsi un biglietto (i prezzi partivano da 350 euro ma online sono stati rivenduti anche a 2350€).

Il giorno prima del concerto Gilmour e la moglie Polly Samson sono stati ospiti del sindaco Ferdinando Uliano che ha conferito al musicista il riconoscimento di cittadino onorario di Pompei. “È bello essere a casa di nuovo” - ha commentato Gilmour - “Sono felice di essere tornato, è un sogno che si realizza, mi sento ispirato quasi come nel 1971. E dico quasi non perché gli scavi abbiano perso qualcosa del loro fascino, anzi, ma perché io... sono un po’ meno giovane di allora, anche se l’età non è un problema, il rock mi mantiene in forma

Tale onorificenza era già stata concessa la scorsa estate allo stesso Adrian Maben, a conferma di come per la città sia importante rimarcare il legame con i Pink Floyd e quel concerto che ha fatto entrare Pompei nella storia del rock.

 

(via)

Tag: politica

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Andare ai concerti allunga la vita