Londra: annuncio di lavoro per un "sindaco della notte"

24/08/2016 14:45

Una delle prime promesse del neo-eletto sindaco di Londra Sadiq Khan era quella di nominare un "sindaco della notte", come parte dello sforzo per contrastare i problemi che stanno portando alla chiusura di numerosi locali e club di musica dal vivo in città.

L'intervento - come vi avevamo raccontato - era già stato in realtà preventivato dal suo predecessore Boris Johnson all'interno del rapporto denominato "Grassroots Music Venues Rescue Plan". Sulla scia di quanto accade già in Olanda, gli autori del progetto inglese avevano immaginato anche a Londra la figura del “nachtburgemeester”, il “sindaco della notte”, personalità di raccordo tra politica e cittadini il cui ruolo è appunto quello di garantire il buon andamento della vita notturna limando i conflitti con la popolazione, organizzando iniziative di reciproca conoscenza, dibattiti ed eventi.

"Non voglio che i giovani e i creativi londinesi abbandonino la nostra città per andare ad Amsterdam, a Berlino o a Praga, dove i club sono supportati dalle istituzioni e hanno il permesso di crescere" - aveva ribadio Khan in un'intervista su Dazed prima di essere eletto - "Voglio che siano in grado di celebrare ciò che amano nella città che amano, invece di punire o costringere le loro attività a svilupparsi in maniera sotterranea o all'estero".

La promessa è stata mantenuta, e l'annuncio pubblico è ora online sul sito del comune: la posizione è quella di "Night Czar", il salario è di 35.000 sterline all'anno per un totale di 2 ore e mezzo di lavoro a settimana. 

La persona che verrà assunta dovrà lavorare con il sindaco, la commissione speciale che si occupa della notte londinese, le autorità locali, il servizio di polizia metropolitana, l'azienda dei trasporti londinesi e altre agenzie - il tutto per creare e raggiungere la visione di Londra come città attiva 24h su 24.

Tag: politica

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati