< PRECEDENTE <
RECENSIONE
04/04/2011

In fondo non è così difficile farsi notare. Qualche volta, basta un sax. Basta metterlo in coda a un alternative rock abbastanza sentito come "Cane" per dare un tocco di classe e di ampie vedute. Oppure farlo svolazzare qua e là per rendere più lieve la scontrosa "Piombo". Poi, chiaro, basta poco per farsi notare, ma farsi notare non significa necessariamente meritarsela l'attenzione, e un sax in mezzo alle chitarre non è una panacea, se manca la sostanza. Che ai Brahaman comunque non manca. Le quattro canzoni di questo ep sono un buon assaggio delle qualità della band, artefice di un indie-rock cupo, roboante e melodico, con ambizioni letterarie nei testi, che si ripropongono di esplorare il lato oscuro che c'è in ognuno di noi e che spesso, come cantano in "Il clown", è proprio quello che ci attrae.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >