< PRECEDENTE <
album (non) Va Tutto Bene - Progetto Disagio

Progetto Disagio

(non) Va Tutto Bene

2015 - Indie, Cantautore, Acustico

RECENSIONE
26/10/2015

Un amore non corrisposto, immaginario, finito. Quattro accordi imparati strimpellando De Gregori e De Andrè. La voglia di urlare al mondo la propria tristezza e trovare il coraggio per sconfinare le mura di quella cameretta di Soverato dove queste canzoni sono state probabilmente concepite e procreate. Un’epifania. Il chitarrino può dare la svolta alla tua vita. Tanta voglia di imitare i grandi autori moderni, i cantautori indipendenti e la solita banalissima storia. Brunori lo si scorge a malapena col binocolo, di Vasco Brondi rimane solo il pessimo cosmico, temi sdolcinati alla Dawson's Creek e una specie di acustico per ragazzine stile L’orso ma senza la band.
La qualità scarsa dell’audio, dovuta probabilmente a una registrazione amatoriale fatta col telefonino, non intacca il giudizio perché non è un'attenuante. Denota forse una voglia d’esordio a tutti i costi, forzata, quando non si è ancora artisticamente abbastanza maturi per affrontare un passo così importante. Che motivi hai per adottare un atteggiamento così masochista? Sarebbero bastati un po’ di cura per le registrazioni e un filo di attenzione al rispetto tra testi e le linee melodiche per approdare a un risultato decente. Sorridi e impegnati di più Disagio, e vedrai che andrà tutto per il meglio. L’ottimismo è il profumo della vita.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti (2)
Carica commenti più vecchi
  • Black Ossian 27/10/2015 ore 03:30

    il quadratone dei commenti chiede di essere gentile.. ma penso sia molto difficile. roba del genere fino a qualche anno fa sarebbe stata cestinata dopo 30 secondi di ascolto da chiunque. Non è una critica tanto a questo autore, che penso non meriti neanche queste righe, quanto alla redazione che potrebbe impiegare tempo e risorse a proporre musica vera, dato che nel sottobosco italiano ci sono una marea di artisti interessanti. Ecco, una recensione del genere penso sia un'offesa ai musicisti veri ma anche ai lettori.

    > rispondi a @blackossian
  • calogero incandela 27/10/2015 ore 23:04

    boh, ame pare meglio di Vasco Brondi

    > rispondi a @calogero
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
> PROSSIMA >