< PRECEDENTE <
RECENSIONE
12/09/2019

Le coste della magica Puglia si tingono spesso di internazionalità e in questa regione come in pochi altri casi si può assistere alla gioviale convivenza tra tradizione locale ed apertura al mondo, vivendo al passo coi tempi in un presente che non dimentica il passato mentre guarda al futuro. Allo stesso modo Tobia Lamare, artista leccese dalla lunga carriera, ama tingere la propria musica di internazionalità e cogliere impulsi dai suoi viaggi e tour in giro per il mondo, traducendoli in suoni dai richiami del passato riletti alla luce del tempo presente, a cui appunto queste “Songs for the present time” sono dedicate.

Canzoni d’amore, ma amore in senso universale, per un fratello, per una figlia, per il mare, per il sole, per la propria terra… Canzoni di vita e d’avventura ma anche canzoni di assenze, di distanze, canzoni che fanno rivivere i ricordi delle persone care che non ci sono più.

Quello che Lamare dipinge è il suo mondo, quello dei suoi pensieri ma anche quello esterno che lo circonda. Per dipingerlo usa una tela ruvida intessuta da filamenti rock e cantautorali, su cui versa le diverse tinte di questa sua visione musicale provenienti da pigmenti diversi, alcuni di origine folk altri blues, altri ancora country e addirittura alcuni dark wave ed elettronici.

Alla fine dell’ascolto ci si trova di fronte ad un bel quadro en plein air delle rive del Salento durante un tramonto di metà settembre, con una leggera brezza di malinconia che passa ogni tanto mentre lo sguardo del cantautore continua a puntare dritto verso l’orizzonte.

 

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >