< PRECEDENTE <
RECENSIONE
29/08/2019

Big Street, al secolo Juri Leone, e il dj Andrea Servi, meglio conosciuto come Liba, calcano palchi insieme dal 2003. Membri fondatori della storica crew veneta OGP (Origine Protetta), le loro strade si separeranno nel 2006 per poi re-incrociarsi con rinnovata energia nel 2014. Ed è qui che il binomio prende effettivamente vita seguendo il topos classico dell’hip hop anni 90: una beatmaker che scratcha ed un mc (in questo caso forse termine più appropriato) che rappa.

“R.A.P. - Ragione Amore Passione” è il Secondo album ufficiale del duo scaligero. Acronimo e dichiarazione d’intenti, in tempi in cui di moda va la trap, il Boom Bap non si fa certo per soldi (semicit). Hip-hop elevato ad oggetto di culto, Big Street & Liba trattano le proprie tracce con lo stesso amore con cui un esperto appassionato d’auto d’epoca sostituisce pezzi del suo bolide esclusivamente con parti originali.

L’album, in fondo, è un piccolo compendio dei nineties tricolore: dall’apertura alla Bassi Maestro di “Paesaggi in Granito” fino al singolo “La nostra micia” -una sorte di tributo all’ormai storica “La mia coccinella” dei Sottotono- passando per gli interludi politici di “Delitto perfetto” che ricorda il rap delle posse. Non avrebbe quindi senso muovere una critica in base alla mancata evoluzione di un sound tipico quando aspettarsi la sua riproposizione fedele. Scavalcare il valico della sterile imitazione assurgendo ad arte la stessa finalità religiosa mettendo in campo competenze tecniche e una profonda conoscenza della materia, uno spirito compositivo che io mi ostino sempre definir manieristico.

Malinconico ma ben eseguito.

Commenti (2)
Carica commenti più vecchi
  • BigSLiba 16 giorni fa

    Dateci respiro☺️

    > rispondi a @BigSLiba
  • BigSLiba 16 giorni fa

    NO, il messaggio era più lungo ma non me lo ha preso!
    Siamo ancora emozionati dalla recensione di "Alla Nostra" che ne arriva un'altra di botto!!! Comunque grazie Marco per la recensione siamo contenti che hai capito l'essenza del nostro fare Rap e del perché lo facciamo così. Grazie a tutta la redazione di ROCKIT.IT!!!
    Effettivamente i nomi citati nella recensione, sono di rapper che in Italia di più hanno rappresentato il nostro crescere umanamente e artisticamente, anche se non è nostra intenzione copiare stile e flow (anche perché sarebbe difficile ed inutile) il ricordo delle loro rime e dei nostri trip che ancora oggi viviamo riascoltandoli sono forse fonte di ispirazione, ma non di un copia e incolla. Ricordare, come è stato detto nella recensione(anche perché spesso ce lo diciamo tra noi) ma mai copiare, il rispetto nonostante tutto sempre prima di ogni cosa. Come pittori ricreamo atmosfere con il nostro cuore, la nostra penna e il nostro orecchio!

    Grazie ancora dal profondo Marco e tutta ROCKIT!!!

    > rispondi a @BigSLiba
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
> PROSSIMA >