< PRECEDENTE <
RECENSIONE
04/05/2007

Il nuovo disco di Luca Faggella ha come ambientazione ideale un locale fumoso dai soffitti bassi, tra le cui pareti echeggiano voci di prostitute e schiamazzi di avventori ubriachi… un'atmosfera da chansonnier nella quale aleggiano le figure di Jacques Brel, Piero Ciampi e Gainsbourg e gli intriganti tratti di un cantautorato vivido e penetrante. Chè i quattordici brani narrati in questo "Questa notte suona forte, tutto bene!" sono istantanee di una realtà vissuta con passione ed intensità e tradotta in musica con un ispirato rock d'autore condito da spunti melodici, climi da cabaret e digressioni elettriche. Con ottime espressioni di talento impresse in episodi come "La strega" (dai tratti drammatici), "Amsterdam" (struggente cover dell'omonimo brano di Jaques Brel), la nostalgica "Valzer #2", "Pornostar", "Le carte in regola" (reinterpretazione di una canzone di Piero Ciampi) e quello splendido brano che è "Fetish": con le sue indimenticabili arie pungenti ed ironiche.

…ed alla fine ci si rende conto di trovarsi di fronte ad un interprete davvero interessante: un artista poliedrico (nel suo dilettarsi anche nel ruolo di attore di teatro), in pista da ormai dieci anni, che in questo suo primo disco live propone una summa delle migliori composizioni sin qui proposte e consolida il suo ruolo di musicista di culto…

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >