Tre, come i secondi di un perfetto brano cybergrind.

Che siamo in tre l'abbiamo già detto.
Uno ama spassionatamente le oche.
Un altro è un pensionato rinchiuso nel corpo tabagista di uno pseudo-giovane.
Il terzo lo dobbiamo ancora identificare bene.