Francesco Candura, se non suona nei Jennifer Gentle, fa queste registrazioni dove le voci sono tante, spesso su nastro, e spesso ad un'altra velocità.
Umani e alieni che armonizzano attorno al fuoco, insomma.