Video collegato all'album

Tutto da rifare
2019 - Ska, Pop, Funk
Vai all'album

Descrizione

Ritmica incalzante, bassi ossessivi, chitarre ska-funk e fiati anni 50’: “Mantra POP” è l’esortazione a non delegare il nostro destino ad altro strizzando l'occhio alla valenza dell'affascinante Ganesh, simbolo di colui che ha scoperto la Divinità in se stesso.
È il veicolo per una presa di coscienza, per la nostra autodeterminazione, per rimettere al centro della vita l’individuo con le sue azioni, in contrasto con i comportamenti stereotipati dalle consuetudini cercando il perfetto equilibrio tra energia maschile (Śiva) e femminile (Shakti), ovvero tra forza e dolcezza, tra potenza e bellezza.
Impossibile tenere i piedi incollati a terra! Il brano è stato registrato e mixato, come tutto il nuovo album, presso l’Animal House Studio di Ferrara e prodotto dagli stessi Strike e da Federico Viola.
Il video di “Mantra POP” è ispirato al surrealismo psicomagico di Alejandro Jodorowsky ed alla letterartura di Italo Calvino dal 'Marcovaldo' al 'Castello dei Destini Incrociati'.
Il protagonista incarna lo stereotipo dell'uomo contemporaneo: vanesio, grottesco e buffo nel suo muoversi nella scacchiera sociale cercando un improbabile lavoro e rifugio nelle illusioni del sistema ritrovandosi a fine giornata al sicuro tra gli 'amici' che sono gli stessi 'attori' che hanno condizionato la sua balorda giornata.
Il videoclip è stato realizzato e diretto da Michelangelo Ingrosso, con l’assisitenza luci e forogtafia di Marcello Antonellini, logistica a cura di Alice Guizzardi, nel cast compaiono Daniele Sirotti e Mary Noise. Il graffito nel video è stato realizzato da 0532Project.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati