Voce, chitarra e una storia da raccontare

Classe '87, Napoli. Ho iniziato a scrivere canzoni grazie al teatro, dapprima come storie da portare in scena poi, e sempre più prepotentemente, come storie a se stanti cui sentivo il bisogno di aggiungere una melodia. Mi ha sempre affascinato la componente più scarna e viscerale della musica, quella che ha animato album come Nebraska di Springsteen o le American Recordings di Johnny Cash: voce, chitarra e una storia da raccontare, immediata, semplice, diretta. Questa stessa componente ho voluto catturare nel mio ep di esordio, "Down The River", interamente registrato in presa diretta, in cui ho raccolto storie e personaggi incontrati nei miei viaggi. Attualmente porto avanti il progetto sia come solista che full band, una dimensione in cui le canzoni assumono ancora una forma e un'identità differenti.