Ascoltarli è come intraprendere un viaggio.La preparazione. L'attesa. Si innesca quel mito dell'altrove che cominciò Ulisse e proseguì Kerouac nella sua On the road. Prendete una sacca e metteteci dentro ciò che vi piace.Suonerà sempre tutto in modo diverso,perché cambia la mente che farà uno zoom sulle sensazioni più interiori .Respirate.I colori,il vento e l'energia più viva saranno sempre dalla vostra parte. E le regole? Che vadano al diavolo. L' unica regola è:nessuna regola.Si naviga a vista,finche il mondo non vi separerà da loro se lo vorrà,anche se (paradosso)siete a pochi secondi dalla fine…