Anna Nani, una cantautrice "ansia e sapone" che fa dell'ironia il suo linguaggio prescelto per parlare di sè e dei temi importanti della vita di tutti

Anna Nani, deltina doc e cantautrice. Il suo non è un nome d'arte, ma un ossimoro che cammina.
Anna è,infatti, nata ad Adria (Ro) la città etrusca e vive da sempre ad Ariano nel Polesine, lungo le sponde del fiume Po. E' proprio lì che cresce la sua passione per la musica. Inizia lo studio del pianoforte a sei anni con la professoressa Anna Brandolini, prosegue il viaggio nella musica classica fino all'adolescenza dove avviene uno stop.
Riprende lo studio della musica jazz e blues con Massimo Cavallari, per poi approfondire il pianoforte moderno e la composizione con Corrado Calessi, presso l'Amf di Ferrara.
Nel frattempo l'adolescenza comincia a dare i primi “frutti”: Anna comincia a scrivere durante le superiori le sue prime canzoni.
Nel 2007 superando l'innata timidezza si iscrive al primo concorso arrivando dritta alle semifinali del Premio Poggio Bustone. Continua a muoversi tra concorsi e serate fino al 2011 dove grazie a “La lista della spesa” incontra Christian Zecchin, il suo attuale produttore, con cui comincia a prendere forma e concretezza il proprio progetto musicale.
Il suo stile ironico, al limite del sarcasmo la porta ad essere più volte paragonata a Rino Gaetano, ma la vicinanza al suo stile è qualcosa che va oltre all'indossare un cappello a cilindro o all'utilizzo del nonsense nella scrittura delle canzoni. Nel 2014 prende parte al Master per cantautori “Akamu” presso l'Università di Asti dove si confronta tra gli altri con autori quali Cheope, Giuseppe Anastasi e Nicolò Agliardi che si ricorda della sua partecipazione a SanRemo Lab di due anni prima con “Tempo in promozione”. Nel 2015 altro incontro fortunato con Bruno Zucchetti che arrangia i due singoli che si susseguono: “Sakè” e “Idee balzane”.
A ottobre ritorna in studio con le “doppie Z” (Zecchin-Zucchetti) per iniziare la pre-produzione dei brani che fanno parte del suo primo album uscito il 1 Aprile 2016.