Anabasi Road Progressive Rock Band

Gli Anabasi Road sono un gruppo Rock di Reggio Emilia. Si uniscono alla fine del 2009, spinti dal desiderio di esprimersi lasciando libero spazio alla creatività. L'idea nasce da Andrea Giberti (voce) e Massimiliano Braglia (chitarra), ai quali si aggiungono in breve tempo Nicholas Corradini (batteria), Andrea Pini (basso), Luca Orlandini (tastiere) e Alex Gambarelli (chitarra), determinando la composizione iniziale del gruppo.
A formazione completa cominciano a scrivere i primi brani. Il background musicale di ognuno è differente, perciò la stesura dei brani avviene senza limitazioni di genere o riferimenti. Per questo motivo ad oggi risulta difficile inquadrare gli Anabasi Road in un'unica corrente musicale, se non quella più generica del "Rock" -data la tipica formazione composta da due chitarre, tastiera, basso, batteria e voce.
I primi due anni sono caratterizzati da profondi assestamenti, i brani vengono spesso riarrangiati e, per motivi personali, Pini deve lasciare la band. Sarà Riccardo Vecchi, tramite l'amicizia con Braglia, ad unirsi al gruppo come bassista. L'arrivo di quest'ultimo segna un punto di svolta nel gruppo: i brani vengono definitivamente perfezionati, caratterizzati da arrangiamenti accurati che non tolgono spazio all'immediatezza, compaiono associazioni di timbriche moderne e aggressive che diventeranno la firma degli Anabasi Road, i quali trovano così il loro sound. Le occasioni di suonare crescono, in particolare nella provincia natale e vicinanze, in città come Modena, Piacenza e Verona. L'evoluzione del gruppo tocca il suo apice a metà 2013, quando il 3 Luglio entrano in sala d'incisione per registrare il loro primo album autoprodotto. Alcuni concerti ritardano i tempi di mixaggio e stampa e il risultato si può apprezzare solo il 13 Giugno 2014, data di rilascio del disco che porta il nome della band. Ad occuparsi delle registrazioni, del mix e del master è Luca Giorgio Pretorius (già batterista dei What a Funk!?), del quale si devono riconoscere la minuziosità e l'accuratezza del lavoro grazie alle quali l'opera può esprimersi al meglio.
In mancanza di un'etichetta, nel primo mese il gruppo si fa conoscere tramite il web e vendendo l'album privatamente. Sia la risposta del pubblico che quella della critica sono state di alto livello (più di 500 copie vendute dal debutto). Hanno partecipato a concorsi musicali come il “Concorso Liber@mente” di Quattro Castella (RE) arrivando secondi nell’edizione del 2012 e secondi al “Krisis Band Contest” di Carpi nel 2015.
Il viaggio musicale non si è fermato. Gli Anabasi Road continuano a scrivere musica in “Officina Anabasi” e recentemente è stato annunciato un nuovo EP per il 2016.