Bolgia di Malacoda - Testo Lyrics Adremoida

Testo della canzone

Bacio sulla fronte l'orizzonte che non dorme ma al mio appello sembra non abbia sentito
grido e non risponde tutt'a un tratto non si accorge che mi accorgo che il suo ciglio è già sparito
una volta la Calabria era in Puglia no in Calabria e la Puglia sopra la Calabria
poi i francesi dei Savoia hanno fatto una nazione col assenso derubando il meridione
tra processo e prescrizione per sviare l'attenzione si sputtana sempre Napoli

Adremoida

L'italiano medio si masturba nella media quando in media il dito medio l'ha nel culo
questa è una nazione comunista tutti siamo comunisti anche se non lo sappiamo
non sapevo d'esser comunista né fascista o musulmano di sicuro etrusco indiano
l'India fuma bene la Colombia biancaneve e in Europa ci si droga col denaro
soldi sono pochi sono sempre troppo pochi o troppo tanti o troppo pochi per comprare
le persone da scopare per scopare e ringraziare dopo aver scopato sennò sei maleducato

Adremoida

Saltano sopra al carro al vincitore
pendono dalla labbra del padrone
pregano il profitto no il valore
muoiono sempre e solo in disonore

Strazio la mia fronte col pensiero e ciò non toglie che bestemmio per risolvere il quesito
d'essermi assopito nella nullità in cui vivo senza accorgermi che ciò mi ha impoverito
darei fuoco al parlamento costringendo chi li dentro ad una fine dolorosa ed esemplare
loro li a sgrufare come porci a ricacare andando in culo a questo cazzo di stivale
tutti tra le fiamme lor signori tra le fiamme dell'inferno a cui ci hanno condannato
non sarei pentito ma piuttosto divertito di vederli agonizzare mentre stanno per crepare

Saltano con i cori negli stadi
piangono come se sgridati
vogliono chi li assolva dai peccati
e votano sempre i soliti maiali
saltano tutti i nostri bei pensieri
saltano le stazioni e i treni
saltano i migliori magistrati
ridono i mandanti e i criminali
loro si, legittimati

Album che contiene Adremoida

album A un metro da Decebalo - Bolgia di MalacodaA un metro da Decebalo
2013 - Post-Rock
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati