Bolgia di Malacoda - Testo Lyrics Nel dubbio vedo nero

Testo della canzone

Piove ogni colore dall'arcobaleno che rimane nero e impensierisce il cielo
privo d'ogni forma dà l'impulso alla violenza dei gabbiani obesi in rivolta
come si fà per poter volare, anche se basta voler volare
Venti di calore tralasciate il mio sudore ho corso troppo su questo divano
dentro la mia siepe si nasconde un manichino d'arlecchino con fare da sultano
Come si è quando si stà male, se c'è il dottore portagli tortelli e vino

Prima il tempo passerà
come ogni istante che in questi anni se ne và
ad esser sincero nel dubbio vedo nero
ma è solo l'attimo in cui penetra il veleno

Prima il tempo passerà
ed una rosa su ogni tomba poserà
ad esser sincero ti guardo e m'avveleno
già condannato a non aver mai ciò che vedo

Perso nei miei pensieri mi stringerò alla gola
lo sguardo devastante con cui ardesti il mio sorriso
vederti cosi immobile in silenzio a farmi dire
che inutile son nato ma son utile a soffrire
Perso nei miei ricordi mi stringerò alle mani
ciò che nel cuore tuo d'arroganza ti s'addice
se ti ricordi bene son utile a soffrire
e ad oggi amor ricambio tanta bella e nera bile

Prima il tempo passerà
ogni anno il tuo volto scolpirà
ad esser sincero per te io vedo nero
già che un bel tempo puoi provare il mio veleno

Album che contiene Nel dubbio vedo nero

album A un metro da Decebalo - Bolgia di MalacodaA un metro da Decebalo
2013 - Post-Rock
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati