I Delirio a Baltimora (D.A.B.) sono una band romana attiva dal 2012, che vuole solo dire quello che pensa, mettendolo in musica.

I Delirio a Baltimora (D.A.B.) nascono a novembre 2012 dallo scioglimento dei Rigenera, e dalla fusione con i The Albionauts (band molto attiva nella scena musicale Spagnola). Il nuovo nome "Delirio a Baltimora", fa riferimento allo stato fisico e mentale nel quale fu trovato Edgar Allan Poe nel 1849 per le strade di Baltimora, 4 giorni prima della propria morte; la band lo ha scelto come riferimento alla vita del grande poeta e scrittore del mistero, deceduto egli stesso in un mistero, come fosse protagonista della propria fantasia e vittima di quella acuta sensibilità. La scelta è anche dovuta alla volontà di legare la composizione all'inventiva raziocinante dei personaggi di Poe, sciogliendo i misteri della musica con il ragionamento e l'humor di Auguste Dupin, in un perfetto intreccio di emotività e razionalità. Nei primi 2 anni di attività di DAB registrano un primo disco di provini, “480.000 LIRE” http://www.musicoff.com/articolo/delirio-baltimora-480000-lire (copertina realizzata da Alessandro Mele) e si dedicano a fare concerti a Roma sia di brani originali sia di cover, con le quali si stabiliscono con un repertorio proprio da DJSet nel sempre pieno Scholars Lounge Pub di via del Plebiscito. Inizialmente legati a sonorità britanniche dei Beatles, o quelle più in voga in Italia come quelle degli Zen Circus, de Il Teatro degli Orrori, dei Fast Animals and Slow Kids o dei Ministri, i DAB sentono la necessità di evolvere il proprio stile e di ricollegarsi a un sound più anni ’90. Dopo una crisi d’identità, si chiudono in studio a metà 2014 per comporre nuove canzoni ricche di idee.
A maggio 2015 il bassista Davide lascia la band e i DAB registrano a trio (Emi, Luca e Lorenzo) il nuovo EP, “Tempi Difficili”, presso gli Gnagnotech Studios, scegliendo la soluzione del Missaggio Analogico eseguita dal fonico Marco Gnagno De Tommasi. Il nuovo disco, molto energico, composto da 5 canzoni originali, sfrutta sonorità stoner, e si incentra sulla figura del Joker. La title track “Tempi difficili” è tratta dall’omonimo romanzo di Charles Dickens. La copertina è stata realizzata da Carlo Moscatelli. Il disco è interamente ascoltabile e scaricabile dal sito di rockit. e da altri siti.
A luglio 2015 entra nella band come bassista Alessandro Valente, ex bassista degli EnlovesKi.

Membri:
Lorenzo Fraioli: Voce e Chitarra
Luca Cavalleiro: Voce e Chitarra solista
Emiliano Turoldo: Batteria
Alessandro Valente: Basso

ex membri:
Davide Zaottini: Basso

Ex Collaboratori:
Davide Parisi: Chitarra
Rossano Borraccini: Chitarra