Il cantautore dalle sonorità rock/world tra uno stile che rievoca la "vecchia scuola" e onde sonore visionarie che liberano la fantasia

Il 25.08.2015 pubblica il suo album d'esordio nel mondo della musica rock/cantautoriale italiana, un viaggio di 7 brani su onde di sonorità rock/world che "profumano di libertà". L'artista si fa strada praticamente dal nulla, non ha studiato in conservatorio ne ha sognato fin da piccolo di fare il cantante, ha solo messo a nudo e crudo su carta e poi in musica la sua esperienza di vita, una vita che passa da momenti di introspezione all'avventura di viaggi tropicali, speranze spaccate e voglia di ricominciare, ripartire, muoversi come il suo stesso "cognome" dice: Wendo.

Wendo in lingua swahili (Africa) vuol dire movimento e ascoltando la sua musica la testa non può rinunciare a un movimento perlomeno di fantasia, un sogno che ti permetta di ballare almeno per qualche secondo il suo "samba di lei" o che ti porti a "vendere tutto e partire" a goderti un dialogo interiore tra "vino e sigarette" e ammazzare il nemico urlando al mondo "what do you say about libertè?"
La musica di Daniel Wendo ispira un augurio a chiunque si metta all'ascolto: "Buon Viaggio".....allora buon viaggio e soprattutto buon "movimento"