Elisa Genghini Cantautrice fuori moda

Figlia di bagnino romagnolo e tedesca in vacanza a Rimini Elisa Genghini è scrittrice per caso e cantautrice per masochismo e nonostante i suoi trentacinque anni pensa delirando che quando sarà grande diventerà come Joni Mitchell.
Si sente “Fuorimoda” come una venere di Willendorf , una donna di Botero , come le tre grazie di Rubens, come Velma Dinkley, tutte donne affascinanti, a dir la verità. “Fuorimoda” come le sue canzoni che sono ancora legate a chitarre basso e batteria, voci e tempo speso a pensare bene alle parole. Canzoni fuorimoda legate a storie d’amore e di viaggi, a nomi di donne e di uomini, a ricordi d’infanzia e a meccanici che ti fan pagare duecento euro un cambio dell’ olio.
Durante la sua ormai decennale onorata carriera ha fatto svariate cose: ha partecipato a molti concorsi musicali parrocchiali di quelli dove vince sempre il nipote del prete. Ha fatto tutto quello che fanno in molti, tipo vincere targhe e fare aperture musicisti di tutto rispetto. Qualche anno fa ha pubblicato un disco nel che si chiama “Catturarti è Inutile” (still fizzy 2013). In circostanze puramente casuali ha scritto: "Volevo sposare Kurt Cobain o fidanzarmi per sempre con Manuel Agnelli", ed. Coniglio, 2007; "Zuccagialla" ed. Eumeswill, 2007; "101 cose da fare in Romagna almeno una volta nella vita" ed. Newton & Compton, 2009; "Serena Variabile" scritto a quattro mani con Gianluca Morozzi, ed. Castelvecchi, 2011. Visto che adesso è una donna matura non si vuole più fidanzare con Manuel Agnelli, infatti ha scritto un nuovo romanzo in cui se lo vuole direttamente sposare (Sposerò Manuel Agnelli, ed. Pendragon 2017)