Giuliano Crupi, classe ’86, si avvicina alla musica sin da piccolissimo.

Giuliano Crupi, classe ’86, si avvicina alla musica sin da piccolissimo.
In età adolescenziale studia canto con Gabriella Scalise e chitarra con Alex Massari e, all’età di 16 anni, comincia a scrivere le sue prime canzoni mettendosi fin da subito in mostra tra concorsi canori, provini, live, oltre ad autoprodursi.
Mentre studia, laureandosi in comunicazione, facendo un master di musica e un corso europeo per organizzatore eventi dello spettacolo, fa tantissimi lavori per portare avanti il proprio sogno.
Contemporaneamente decide di variegare la sua gavetta artistica diventando il front-man dei Viceversa con cui si esibirà in molti live, continuando pur sempre a portare avanti il suo progetto da solista.
Arriva finalista con le proprie canzoni a diversi concorsi canori, ricevendo alcuni riconoscimenti tra cui il Premio Miglior Canzone a Voci di Roma, il Premio Della Critica allo Stranger Music Awards (di cui sarà membro della giuria l'anno seguente) e il Premio Fantasia Garbatella alla XIV Edizione Festa della Cultura.
Comincia una serie di interviste radiofoniche con radio e web radio e si intensificano anche i live del progetto solista.
Nel frattempo studia doppiaggio (quindi recitazione, dizione, tecniche di respirazione, uso della voce ecc) con Teo Bellia e collabora con il Teatro Piccolo di Pietralata in due spettacoli in cui recita e canta sia le proprie canzoni che alcune cover; uno di questi spettacoli sarà inscenato anche in una casa famiglia a scopo benefico.
Si esibisce per Telethon in via del Corso a Roma.
Scrive la canzone “Per colpa di chi” per la web series Youtubers presentata al RomaFictionFest.
Durante il Master of Music incontra il suo attuale produttore (docente del Master) Maurizio Filardo. L'incontro è decisivo perché decidono di collaborare arrivando alla realizzazione dell’album “Possibilmente guardo il cielo” uscito il 28 Settembre 2015 in tutti gli stores digitali, lanciato dal singolo “Merito più di te” feat. Lucci Brokenspeakers e anticipato dall’uscita del singolo “La principessa e il rospo”.
Nel frattempo, oltre a fare diversi audizioni e provini, è finalista del concorso “Dallo stornello al Rap” organizzato da Elena Bonelli e si esibisce a Novembre 2015 nella prestigiosa Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica, riscuotendo grande successo di critica e di pubblico. E’ semifinalista al contest 2016 per suonare sul palco del Primo Maggio a Roma.
Ad oggi ha all’attivo molte canzoni e ad Aprile 2016 ha presentato live l’album “Possibilmente Guardo il Cielo” a L’Asino Che Vola con la sua band formata da Fabrizio Benedetti (basso), Giancarlo Capo (chitarra), Fabien Ceffalìa (chitarra) e Stefano Flego (batteria), con i quali porterà in altri locali il progetto, anche in formazione di duo acustico.
A Dicembre 2016 si esibisce, in duo acustico con Giancarlo Capo, al concerto di raccolta fondi per i terremotati, “Uniti per Amatrice”, presso la Croce Rossa Italiana. Contemporaneamente, decide di cambiare squadra di produzione artistica per portare avanti la propria idea di autenticità e il 3 Marzo 2017, in anteprima per Tgcom24, esce IMPRONTE, il primo singolo del suo nuovo progetto musicale in divenire.
A maggio 2017 si esibisce a Le Mura, prestigioso locale live del panorama musicale italiano.
Il 30 giungo 2017 è in uscita il secondo singolo UN BACIO IN PIù.