Il progetto che si prepone IVXX, letto Four-Twenty, è quello di una ricerca sonora che racchiuda i minimalismi dell'uso delle macchine analogiche.

IVXX in realtà è un progetto parallelo di Hiki, classe 90, illustratore, tatuatore, skater. Principalmente skater perchè è da quello che trae l'ispirazione per tutto. E l'erba. Ha un particolare amore verso l'uso di sostanze psichedeliche assunte in maniera consapevole, per riversare l'appena appreso in arte. Dopo anni di produzione elettronica iniziata da bambino, con un programma di produzione trovato nei cereali, poi una delle prime Electribe Korg regalatagli dal padre ed un gameboy con LSDJ, rilascia il suo primo disco chiptune e compare in molte compilation della scena chiptune dell'epoca [2005/ 2006]. Questo nuovo progetto viene intrapreso con una maturità diversa, dopo l'esperienze live nel circuito techno, drum and bass ed hip-hop, cercando di creare un suono che gli riorganizzi le idee e che tenti di andare ad evolvere un genere di cui Flying Lotus, Clams Casino e soci ne fanno ora da pionieri contemporanei. L'elettronica fatta bene.