Kaiju Lazio band Crossover

“Kaiju, termine nipponico dal significato: mostro misterioso che viene dal mare. Nella cinematografia fantascientifica giapponese, i Kaiju sono delle creature gigantesche e ibride, di solito generatesi da altri animali investiti dalle radiazioni atomiche, cambiando così forma e dimensioni. Lo stesso avviene per questa band, nata dalle ceneri di un altro gruppo per modificarne e ampliarne l'energia creativa”.
Progetto che nasce dalle note decennali dei De Void, band dall’inedito crossover tra hard rock, funky-fusion e i ritmi, le melodie e i linguaggi mediterranei. Dopo aver riscosso consensi in vari festival italiani e dopo la pubblicazione dell’album “Wahed” (Oinè Records, 2006), la band interrompe la sua attività fino a qualche anno dopo, quando il leader Ivan Gojira Franzini e il bassista Antonio Void Colaruotolo decidono di riformare un combo per ripartire da dove i De Void si erano fermati e ampliare ancor di più la loro idea di crossover musicale. Con l’arrivo di Augusto Bortoloni alla batteria e di Gianluca Merenda alla chitarra solista, la band assume una nuova identità: Kaiju. Il 7 febbraio 2018 è uscito il primo album omonimo della band, disponibile sui principali digital stores del web.