Mad&Bros - Testo Lyrics Come un Tuono (feat Giulia Campo)

Descrizione Come un Tuono (feat Giulia Campo)

Conosci i mad,
conosci matt,
sai del suo cinismo,
del suo mentale meccanismo,
continuo a perdere persone,
solo grazie a un’ impressione,
costante esitazione
Passo le notti a fare queste rime,
mentre voi parlate “quanto si crede sublime”
svuoto questo fiume di parole,
una alla volta, su fogli bianchi,
sempre più sole,
vieni a cercarmi se mi vedi, se mi credi,
non sono io a doverti dire dove.
Un’ altra notte penso a te,
che mi dici, “rimarrai solo, e
dovresti sapere perché”
E se ti chiamo corri non so che cosa c'è
e se sto sbagliando, è sempre se.

Ho perso un’ora o poco più,
vorrei che allora parlassi tu,
parla di quando stavi solo,
lo sai per te non c’è perdono
Ho perso un’ora e non parlo più,
vorrei che qui ci fossi tu,
cercami dove io non sono,
il tuo respiro come un tuono.

Un altro giorno un altro cielo,
un altro colpo a bruciapelo,
la tua città nel gelo,
ho il sangue freddo e qui congelo,
non so neanche quanto sono vero.
forse Milano è lo sbaglio più grande,
non da risposte io ho solo domande,
e poi promesse infrante,
cerchi di pilotare la tua vita,
qui sbandi, qui perdi il volante,
e ti ripeti che non è finita,
ogni volta cadi e pensi a non fermarti,
ma hai sempre meno voglia di rialzarti,
e non lo sai se stai sbagliando,
o se è la gente che continua criticando,
a giudicare tutto ciò che mai potranno fare.
niente da amare, niente poi da raccontare,
più sto fuori più non ci vorrei stare

Ho perso un’ora o poco più,
vorrei che allora parlassi tu,
parla di quando stavi solo,
lo sai per te non c’è perdono
Ho perso un’ora e non parlo più,
vorrei che qui ci fossi tu,
cercami dove io non sono,
il tuo respiro come un tuono.

Conosci i mad,
conosci matt,
perso nelle sue continue litigate con il mondo,
immerso in acque sconosciute corre verso il fondo,
cerca di risalire con lo sguardo fisso su quel sole terso,
tende a sparire, niente è per sempre perso,
e mi ripeto spesso che poi sarò diverso,
rido e piango e scrivo frasi vuote,
cercando di star vivo aggrappato a queste note.

Ho perso un’ora o poco più,
vorrei che allora parlassi tu,
parla di quando stavi solo,
lo sai per te non c’è perdono
Ho perso un’ora e non parlo più,
vorrei che qui ci fossi tu,
cercami dove io non sono,
il tuo respiro come un tuono.

Credits Come un Tuono (feat Giulia Campo)

Giulia Campo

Testo della canzone

Conosci i mad,
conosci matt,
sai del suo cinismo,
del suo mentale meccanismo,
continuo a perdere persone,
solo grazie a un’ impressione,
costante esitazione
Passo le notti a fare queste rime,
mentre voi parlate “quanto si crede sublime”
svuoto questo fiume di parole,
una alla volta, su fogli bianchi,
sempre più sole,
vieni a cercarmi se mi vedi, se mi credi,
non sono io a doverti dire dove.
Un’ altra notte penso a te,
che mi dici, “rimarrai solo, e
dovresti sapere perché”
E se ti chiamo corri non so che cosa c'è
e se sto sbagliando, è sempre se.

Ho perso un’ora o poco più,
vorrei che allora parlassi tu,
parla di quando stavi solo,
lo sai per te non c’è perdono
Ho perso un’ora e non parlo più,
vorrei che qui ci fossi tu,
cercami dove io non sono,
il tuo respiro come un tuono.

Un altro giorno un altro cielo,
un altro colpo a bruciapelo,
la tua città nel gelo,
ho il sangue freddo e qui congelo,
non so neanche quanto sono vero.
forse Milano è lo sbaglio più grande,
non da risposte io ho solo domande,
e poi promesse infrante,
cerchi di pilotare la tua vita,
qui sbandi, qui perdi il volante,
e ti ripeti che non è finita,
ogni volta cadi e pensi a non fermarti,
ma hai sempre meno voglia di rialzarti,
e non lo sai se stai sbagliando,
o se è la gente che continua criticando,
a giudicare tutto ciò che mai potranno fare.
niente da amare, niente poi da raccontare,
più sto fuori più non ci vorrei stare

Ho perso un’ora o poco più,
vorrei che allora parlassi tu,
parla di quando stavi solo,
lo sai per te non c’è perdono
Ho perso un’ora e non parlo più,
vorrei che qui ci fossi tu,
cercami dove io non sono,
il tuo respiro come un tuono.

Conosci i mad,
conosci matt,
perso nelle sue continue litigate con il mondo,
immerso in acque sconosciute corre verso il fondo,
cerca di risalire con lo sguardo fisso su quel sole terso,
tende a sparire, niente è per sempre perso,
e mi ripeto spesso che poi sarò diverso,
rido e piango e scrivo frasi vuote,
cercando di star vivo aggrappato a queste note.

Ho perso un’ora o poco più,
vorrei che allora parlassi tu,
parla di quando stavi solo,
lo sai per te non c’è perdono
Ho perso un’ora e non parlo più,
vorrei che qui ci fossi tu,
cercami dove io non sono,
il tuo respiro come un tuono.

Album che contiene Come un Tuono (feat Giulia Campo)

album Subliminale - Mad&BrosSubliminale
2015 - Rap, Funk, Crossover
Vai all'album

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati