Gwydion intraprende varie attività nella sua vita: chitarrista jazz, ghirondista, cuoco, traslocatore, discepolo, direttore di jam session, elettricista, frikketone e anche nullafacente. Ma tutte queste attività arrivano a stufarlo di solito dopo 3 mesi, come le donne.
Però rimangono due passioni di qui non si è mai stufato, che sono scrivere canzoni e rimanere seduto ad un computer per giorni a regolare toni e volumi delle sue registrazioni.
E così che nasce Nebbiolo nei pensieri nebbiosi di Gwydion durante le lunghe pedalate in bicicletta da corsa tra i canali e le ciclabili di Amsterdam.
Dalla sua grande passione per i vini di tutto il mondo ha scelto il Nebbiolo come suo prediletto. Sia per il fatto che è un vino della sua terra natia, ma anche perchè è un vino di fascia media e a lui piacciono le cose che stanno nel mezzo.
Così ritorna in Italia nell'ottobre del 2017 e registra il suo primo EP "Pezzi d'Uomo" nella sua mansarda a Torino