Band electro-pop nata nel 1980 e attiva fino al 1982. Rinata nel 2015.

Con una carriera iniziata nel 1980 e finita nel 1983, i RADAR rappresentano una delle più raffinate cult band italiane.
Il loro eponimo album, uscito per la WEA italiana nel 1982 sotto l’egida di Michele Vicino, è un compendio di classici elettro-pop ricercatissimo dai collezionisti.
I loro ritornelli pedanti, i testi caustici e divertenti, abbinati a soluzioni melodiche
ricercate e brillanti, resistono inalterati al cambio delle tendenze e delle mode.
Oggi, a trentaquattro anni dall’esordio, i RADAR hanno deciso di ritornare in pista con un nuovo disco, che in parte riprende ma al tempo stesso amplia il genere
elettronico-popolare degli anni ‘80, con soluzioni sonore melodiche, armoniche e di
arrangiamento più attuali.
Nicola Salerno (fratello di Nini dei Gatti di Vicolo Miracoli) è colui che nel 1980 creò la band ed è lo stesso che oggi l’ha riportata alla luce, dopo più di tre decenni passati a collaborare con musicisti italiani e stranieri (tra cui Fred Frith, Andy Partridge, Michael Manring, Percy Jones, Denardo Coleman per citarne solo alcuni) e produttori di grande talento (Roberto Colombo, Max Costa), componendo, suonando e producendo dischi con formazioni jazz tra cui i NAD, vincitori di premi legati all’area del jazz creativo.
Assieme a Salerno (compositore, arrangiatore, cantante ed esecutore dei brani) ora cantano e suonano Gaetano Lonardi, storico collaboratore della band e
Joyello Triolo, musicista attivo con la formazione Peluqueria Hernandez e instancabile
sperimentatore elettronico, DJ e critico musicale.