Rock Band femminile emiliana, attiva dal 2002.

Chi sono le Roipnol Witch?
Le Roipnol Witch sono una band di Carpi(Mo) formata dalle sorelle Giuly Witch, voce e chitarra e Lady Marty, voce e basso, che insieme a Queen Farncy, chitarra e Massi alla batteria, portano avanti il progetto della band al femminile dal 2002. Hanno all’attivo: “Mekes me sick”( autoprodotto 2004), “Far Far Away Ep” (Duchess Records 2010),“Once Upon a Time( 2011 Duchess Records) e “Non è un paese per artisti Ep”(Rocketman 2014)
Le Roipnol hanno toccato, con i loro live, tutte le estremità della penisola, dal Piemonte alla Puglia, dalle Marche alla Campania, passando per Veneto, Trentino, Lombardia, Molise, Liguria, Emilia, Umbria, Toscana e Romagna.


Rock with Mascara
Dalla voglia di coinvolgere e far squadra con la fertile scena rock femminile italiana, assieme alla collaborazione delle amiche Kyuuri, nel 2005 creano il ROCK WITH MASCARA, un movimento che unisce i gruppi femminili. Il tour RWM è diventato itinerante annoverando band di tutta la penisola. RWM ha un lato sociale, quello di supportare la lotta contro il Femminicidio. Durante il MEI 2010 è stata presentata la prima compilation del movimento. Nel 2012 è uscito il libro “Le Ragazze del Rock” di Jessica Dainese dedicato proprio alla scena musicale femminile italiana. RWM è anche un programma radiofonico all’interno di Krock Radio Station, la radio rock emiliana. E’ stata rassegna mensile presso il Rocket club di Milano; inoltre sono state realizzate innumerevoli manifestazioni live in tutta Italia e collaborazioni con Comuni, Ministeri, Commissioni per le pari opportunità e Associazioni sociali.


Curiosità sul nome
Curiosità sul nome: la Strega del Roipnol, potente psicofarmaco che quasi ipnotizza chi lo assume, è la strega ammaliatrice, la donna ribelle e anticonvenzionale, la maliarda allucinata del mago di Oz, che vola sulle teste di chi da sempre la critica e la condanna, impedendole di essere felice. “Siamo streghe, siamo donne, siamo Riot Grrrls….alleate tra di noi contro la discriminazione, l'abuso e la sofferenza gratuita che ci fa ardere sul rogo senza rinnegare il nostro credo!”

Discografia
-Makes me sick: primo album autoprodotto nel 2004. Registrato da Enrico Deca Decaroli e Simone Prandi.
-Far Fra Away Ep: tre tracce di cui le cover di Locomotion di Little Eva tradotta in italiano e It's my party di Leasly Gore e l’inedito Do they really reperibile solo su chiavetta usb dal simpatico design guitar shape
-Once upon a Time: Con la produzione artistica di Mono ( FFD), le Roipnol Witch registrano le 13 tracce al “Bombanella studio”, (dove è stato registrato A2 di Beatrice Antolini) Le Voci di Giuly witch e Lady Marty, sono invece state curate da Olly (The Fire, Shandon). Rescue, il primo singolo estratto dal disco, vanta la produzione artistica di Livio Magnini (Bluvertigo), mentre il secondo singolo, Karma Love, è stato mixato da Matteo Ciffelli. Il tutto è stato masterizzato agli Abbey Road studios di Londra da Sean Magee, pubblicato da Duchess Records. L’album è arrivato in classifica nei migliori digital stores, in particolare alla posizione numero 20 delle vendite di Itunes Italia.
-Non è un paese per artisti Ep: registrato a Milano, al Real Sound Studio, con la produzione artistica di Ettore Gilardoni e Roberto Gramegna, masterizzato al Nautilus di Milano, edito da Rocket Man Records.

Videografia:
-Rescue: Regia di Jack Mondini, girato ad Erice in Sicilia.
-Gardeon of smilig shadow: Regia di C999,(Verdena, Marina Rei) girato al Circolo Mu di Parma, entrato in rotazione su ROCK TV e DEEJAY TV
-Karma Love: Regia di Stefano Poletti (Baustelle, Sick Tamburo, Punkreas, Tre allegri ragazzi morti) Il video è uscito in esclusiva sul sito di Rolling Stone durante la prima settimana di release, per poi essere inserito nelle programmazioni di tutte le tv musicali come ROCK TV e DEEJAY TV e in quella di Repubblica.it e Tv. Inoltre MTV NEW GENERATION ha scelto, grazie a questo clip, le Roipnol Witch come band “just discovered” pubblicando il video clip e il backstage del video di Karma Love
Tutti i primi tre video delle Roipnol Witch sono arrivati in finale al concorso PIVI, per il miglior video indipendente al MEI 2011 di Bari.
-Febbre: Regia di Michele Putortì (Nathalie, Raf, FFD, Moleskin, Sky, Fastweb, Kinder)




Rassegna Stampa:
Le Roipnol Witch sono apparse su MTV New Generation, Mtv Blog, Rock tv, Deejay tv, Radio Deejay, Rolling Stone, Rai 1, Rai 3, Rai International, Corriere della sera, Repubblica, Radio Popolare, Rock’n’Roll Radio, Rockerilla, Jam, Buscadero, Alias il Manifesto, Gioia, Ragazza Moderna, Beat Magazine, Rcokol, Max, Krock Radio Station, nel libro “Le ragazze del rock” di Jessica Dainese, Arena di Verona, Gazzetta di Reggio, Gazzetta di Parma, Gazzetta di Modena, Rock Rebel Magazine, Gruppo Accordo, Soundchek, Band Blog, Spazio Rock… e molti altri

Dicono delle Roipnol Witch

“…all’Italia farebbe bene una scena rock tutta al femminile le Roipnol Witch sono pronte per ritagliarsi un meritatissimo posto sotto i riflettori…”
Rockerilla
“…il sound è levigato e prodotto ottimamente…un gruppo da tenere d’occhio….”
Buscadero
“….queste streghette sanno il fatto loro e rockeggiano alternando aggressioni ritmiche e splendide melodie….”
Jam
“…Il rock suonato sui tacchi a spillo ha un altro gusto. Ha il sapore forte ma dolce della conquista e con questo album le Roipnol Witch, musiciste charmant come poche, e come poche consapevoli di esserlo, sanno ammaliare il pubblico…”
Gioia
“…un quartetto femminile sospeso tra sogno e realtà, favola e impegno civile nei confronti di tematiche legate al mondo delle donne…”
Beat Magazine
“…Tulle, rosa e rock’n’roll, il rock femminile delle Roipnol Witch è vivo e vuole conquistare lo spazio che merita…”
Metro
“…Once Upon a Time oscilla tra la new wave anni Ottanta e il rock alternativo «al femminile» dei Novanta (le Hole e le Sleater-Kinney ) e dei Duemila (The Organ, Yeah Yeah Yeahs), il tutto molto gradevole e orecchiabile…”
Alias il Manifesto
“…un vasto mix musicale che va dal rock più classico al new wave anni '80 percorrendo anche, e in modo particolare, il sound più alternative…”
Rock Rebel Magazine
“…questo “Once Upon A Time” è una fiaba che tutti gli amanti del ‘90s rock dovrebbero fermarsi ad ascoltare…”
Spazio Rock
“...un rock in rosa proposto con grinta e bravura, lontano dai cliché dell'indie rock contemporaneo e vicine al cuore di ogni riot grrrl…”
Gruppo Accordo

“…Nonostante l'impronta di Juliette and the Licks, Yeah Yeah Yeahs ma anche The Editors, The Cure...le Roipnol Witch non sono banali…”
Onda alternativa
“…Con un look a metà tra fiaba e burlesque le Roipnol Witch esordiscono alla grande con un disco che ci mostra come anche in Italia il movimento rock a tinte rosa sia in buone mani…”
Groove Box




Formazione:
Giuly witch: voce e chitarra
Lady Marty: voce e basso
Queen Francy: chitarra
MAssi: batteria