An human female skeleton clad in a robe, globe, scales of justice, hourglass, owls, scythe that play r'n'r.

Mola di Bari, Puglia, Italia.
Basso, Chitarra e Batteria. Tre voci.
Power-trio che unisce suoni caldi del sud-america al disagio del noise. Attivo dall’estate del 2013, quando Vincenzo e Vito, essendosi conosciuti lavorando nello stesso bar come camerieri, cominciano a provare insieme “alla Factory” (villetta isolata nelle campagne di Mola di Bari); subito capiscono di poter tirar su qualcosa di inedito e diverso rispetto al passato musicale di entrambi. I primi brani arrivano veloci e inaspettati spingendo i due alla ricerca di una bassista che completi la loro line-up. Con Dino cominciano a suonare e girare l’Italia, forti dell’appoggio di molti amici sparsi un po’ ovunque. Ben presto attirano l’attenzione di quella che sarà la loro fedele etichetta in questi tre anni di attività, ovvero “MiaCameretta Records” con la quale i Santamuerte hanno prodotto un EP in formato 7 pollici, “Age Of Sorrow”, uscito il … e sono attualmente coinvolti nell’uscita del primo FULL LENGHT in formato 12 pollici, “Big Black Sister”. Questo primo album sarà disponibile a partire dal 20 dicembre del 2016.
La consapevolezza dei tre cresce di pari passo con l’attitudine nel coniugare la matrice latina di Vito con il garage più energico e veloce da cui deriva Vincenzo. I suoni dei dischi e degli shows in generale fondono le atmosfere desertiche e calde del Messico con muri di chitarre elettriche, lunghissime e acide.
Nell’estate del 2016 la formazione iniziale cambia con l’entrata di Giuseppe al basso. Ad oggi la band ha alle spalle un centinaio di date, numerose ospitate in radio e la ristampa del primo EP; nel frattempo promuove i singoli: “Looking Through The Grave”, “Ten Arrows”e “Mountains” su Youtube riscontrando un discreto successo. Attualmente i Santamuerte stanno lavorando alle riprese dei primi due video di “Big Black Sister”, oltre a organizzare un tour dedicato al loro nuovo lavoro.