TUM vive a Milano e suona un paio di volte a settimana con i suoi amici dopo aver ordinato le "pizzEgizie" di Corso Lodi. In questi ultimi mesi ha viaggiato tantissimo da Mumbai a Caponord in compagnia del suo Ukulele. Mentre stai leggendo queste righe sta registrando il suo primo disco da solo dopo 6 anni e oltre 200 concerti con i Pocket Chestnut. La sua musica è la colonna sonora delle sue personalissime "lotte intestine".
I live di TUM sono esperienze variabili: potresti ritrovarti a passeggiare per i boschi di Inari con Vetiver in cuffia buttando l'occhio al cielo in cerca di un miracolo boreale. Oppure potresti sbagliare strada e incasinarti nel traffico di Andheri Est a Mumbai con le orecchie bombardate dai clacson pazzi dei Richshaw, nell'angolo un Beatbox accortocciato sputachierebbe una nenia maledetta dei 16th Horsepower... che effetto ti farebbe?

Presto uscirà il suo primo singolo che parla di pprobblemi con due pì e due bì senza però fornire soluzioni.
Ps. Tum detiene un primato, lo scorso mese ha ascoltato New Friends dei Pinegrove 1763 volte quasi di fila.