Post-punk/Shoegaze/New Wave trio formato e stanziale tra Prato e Firenze (Toscana)

I Tanks and Tears si formano a Prato nell'inverno 2013 e sono: Matteo Cecchi (voce e basso), Claudio Pinellini(chitarra) e Francesco Ciulli (batteria).
L’idea alla base del progetto sonoro è di fondere le atmosfere post-punk degli anni '80 con le sonorità acide della scena Grunge di Seattle.
L'esperienza inizia come duo, con la sezione ritmica affidata alle drum machine, dopo essersi fatti un po’ le ossa sui palchi dei locali della zona rilasciano una demo omonima autoprodotta, registrata presso “LoStudio”, nel Maggio 2014.
La svolta arriva con l’ingresso di Francesco alla batteria, che bilanciando la parte acustica con quella elettronica, riesce a conservare l’anima “wave” della band, aggiungendo potenza e dinamica al suono globale.
Il gruppo continua una discreta e serrata attività live in giro per l’Italia fino al Novembre 2014, anno in cui registra all' “El-Sop studio” di Firenze il primo lavoro ufficiale,“Know Yourself”,EP di esordio nel mondo discografico, che esce per l’etichetta svizzera “Swiss Dark Nights” e che inizierà a farli conoscere nell’ambiente underground post-punk/new wave e shoegaze, anche all’estero.
L’inverno è sempre il momento più propizio per il trio toscano,si ritorna dunque in studio poiché il tempo è maturo per l’album di debutto.
AWARE, in uscita sempre per l’elvetica “Swiss Dark Nights” nel Marzo 2017, è naturale evoluzione, presa di consapevolezza di questi ragazzi che vogliono dimostrare di essere una band all’altezza delle proprie aspettative.