THE BROTHER GREEN - Biografia 2012

THE BROTHER GREEN
I The Brother Green sono un collettivo capitanato dal Dj e Producer Fonx, già fondatore nel 1999 de I Maniaci Dei Dischi, un dj set con 3-6 giradischi che si sovrappongono e miscelano effetti sonori, accapellas, frammenti musicali, scratch e una selezione di ritmi per il ballo (hip hop, funk, soul, jazz, drum'n'bass, house, dub, latin, reggae). Fonx durante le serate "Speaker On" al Circolo ExWide di Pisa inizia a sperimentare una nuova modalità di party, con l'interazione/improvvisazione di musicisti: da questa esperienza, e dal riscontro positivo ottenuto, effettua date in altri club toscani e decide di formare, insieme al tastierista/organista Paolo Peewee Durante, il progetto THE BROTHER GREEN. Così entrano in studio per registrare un album di brani originali, affiancati da Roberto "Bombo" Fiorentini al basso, da Piero Gesuè alla voce, da Tommaso Tanzini (dalla band afrobeat "Sonalastrana") alla chitarra, dal mitico e storico blues man Mimmo Wild Mollica all'armonica in tre brani ed altri musicisti toscani agli ottoni. Da queste sessions nasce l'album "No Country for young men": un disco trascinante che contamina la matrice funk con l'elettro, la disco, il soul, l'hip hop, il blues ed una spruzzata di jazz.

Michele Fonx Fontanelli - Dj e Producer
Dj eclettico, nel vero senso della parola, il suo suono spazia dalla black music delle origini (funk, soul, jazz, reggae e disco) fino alle sue espressioni contemporanee (Hiphop, drum'n'bass, dubstep, breakbeat, nudisco, elettro, bassmusic). Ed ha fatto girare i dischi nei posti più diversi: dai centri sociali ai club, dai paddock della Formula 1 alle feste di quartiere per strada, dalle jam di b-boys ai più rinomati jazz club. Inizia a dedicarsi ai Giradischi e ai Vinili, come dj, nel '96. Dopo varie esperienze negli ambienti Hip Hop-Breakbeat-Drum'n'bass toscani, nel 2001 fonda con Painè (Compl8/Temposphere rec) I Maniaci Dei Dischi e così inizia a lavorare sulle produzioni e suona mensilmente @ Cox 18 (Milano), oltre a molte date in giro per l'Italia e passaggi su varie radio (RadioRai2/weekendance; Popolare Network). La prima testimonianza, pubblicata, di questa collaborazione è il singolo del secondo album di Painè ("Spontaneous"), per Temposphere records, dal titolo BENE feat. dj Fonx e con remix di: The Herbaliser (Ninja Tune-Uk), Quantic (Tru-Thoughts-Uk), Boogie Drama (Soundplant records-It). In seguito esce il primo EP de I Maniaci Dei Dischi 'OUR HOUSE EP' seguito da un’altro ep dal titolo "SMILING FACES EP" entrambi su Temposphere records (sub label di Right Tempo), oltre a un remix per Baixinho (Vitaminic/Royality) e tracce licenziate in Giappone ed Austria (primavera 2003). Inizio 2004 viene pubblicato il primo album de I Maniaci dei Dischi, con la collaborazione di musicisti jazz, e dal titolo "Hey presto!", su Temposphere Rec. E' uno degli animatori della NuCombo crew, insieme a Nove, con cui è stato resident dj dell'appuntamento Massive Night, presso il DressCode (ex Insomnia, Pisa) dal 2004 al 2011, condividendo la consolle con il meglio della scena drum'n'bass/jungle europea. Ha anche dato vita alla crew Black Friday, girando dischi in tutta la Toscana, all'insegna del suono black più puro, ovvero funk, soul, afrobeat, rap, disco e reggae.

Roberto Bombo Fiorentini - Bassista e Producer
Bassista e music producer con alle spalle esperienze, anche a livello discografico, con vari gruppi tra cui: Vado Sodo; Troppi Trippi; Death SS; DRM; Appaloosa. Ex Maniaco dei Dischi, ha collaborato (facendone parte!), in studio e nei successivi tour, con Painè e Fonx per le pubblicazioni de I Maniaci dei Dischi dal 2002 al 2005. Ha prodotto per gli archivi audio di RAI oltre 500 brani. E' direttore di produzione per conto di Elita, sia per quanto riguarda le produzioni di eventi sia per il Festival.

Piero Gesuè - Voce e scat
E' originario del Salento, ma da anni risiede in Toscana. Dopo gli inizi con un gruppo funky soul (i Suspho), la voce di Gesuè è transitata per varie esperienze stilistiche. Tra i suoi impegni passati e presenti come voce solista spiccano quelli col coro jazz-gospel Jubilee Shouters, con il quale si è esibito in importanti festival e ha preso parte a trasmissioni televisive nazionali (sia Rai che Mediaset), con l'orchestra jazz del CAM diretta da Alessandro Di Puccio, con l'ottetto Copacabana Romantic Sound, e la Wave Orchestra di Franco Santarnecchi (pianista di Jovanotti). Recentemente è entrato a far parte della celebre band di afrobeat Dinamitri Jazz Folklore guidata da Dimitri Grechi Espinoza. Nell'estate del 2011 ha vinto il concorso per cantanti di big band jazz organizzato da Felt Music School alla Casa del Jazz di Roma.

Paolo Peewee Durante - Tastierista/Organista
Tastierista/organista si forma nella nota band Blues "Nick Becattini & Serious Fun". Lavora infatti con il prestigioso chitarrista per 5 anni, girando in Italia e all'estero tra festival e locali tra i più importanti nel genere . Nel 1999 forma il suo primo gruppo, gli Organic Groove, con il quale esplora partendo da una matrice black, sonorità, elettroniche e rock. Nel 2000 entra a far parte del Dinamitri Jazz Folklore. I brani sono originali, frutto di una ricerca musicale multietnica (l’Africa, l’Est’, il Jazz, ma non solo). Con i Dinamitri partecipa alla pubblicazione di tre album: 2003 l’uscita di "Folkore in Black" con un ospite speciale: una leggenda vivente del Jazz, Tony Scott; Nel 2006 esce “Congo Evidence” con la partecipazione del Poeta, cantante Sadiq Bey; Nel 2008 Esce con Rai Radio 3 “Akendengue Suite” con la straordinaria partecipazione del famoso scrittore/poeta Leroy Jones in arte Amiri Baraka.

Mimmo Wild Man Mollica
Mimmo Mollica è senza dubbio uno dei migliori armonicisti italiani e non solo. La sua forza: feeling infinito, fantasia e cultura, suono personale e vibrato da brivido. Attivo dal 1976, si può considerare uno dei padri del blues in Italia, tanto da farsi citare nell’enciclopedia del blues edita da “arcana editrice”. Negli anni settanta Mimmo inizia ad interessarsi alla musica nera come DJ. Rimane affascinato dalla musica di Muddy Waters, Paul Butterfield e dal suono dell’armonica. Ne compra subito una e inizia a suonare dietro ai dischi di blues. Nel 1979 insieme ad amici musicisti della zona di Livorno forma il gruppo Blues Harbour con il quale si esibisce con successo per oltre 13 anni. Con i Blues Harbour partecipa ai principali blues festival di quegli anni pionieristici del blues italiano. Ricordiamo nel ‘82 il festival blues di Maranello, dove già suscita larghi consensi, il primo Nave Blues nel ’85, Terni ’84, Bologna ’86, Milano ’88, Pistoia ’90. Con loro incide il suo primo disco “The Next Blues Generation”nel ’90. Nel ’93 chiama l’amico Nick Becattini a far parte del suo gruppo, insieme danno vita a mitiche esibizioni. I Blues Harbour si sciolgono nel 1994 e Mimmo da allora continua la sua attività come session man molto richiesto. Nel suo cammino ha il piacere di suonare con artisti come: Eddie C. Campbell, Eddie Burns, Phil Guy, Mark Hummel, Andy Just, Ford Blues Band, Lurrie Bell e molti altri.

Herrera
Herrera è un super DJ/Producer attivo da metà anni '90, cresciuto con il suono classico dell'Hip Hop, in fotta per scratch e beat juggling. Si guadagna fama suonando in giro per lo stivale e partecipando nel 2000 alla storica edizione dell'ITF. Produce la sua prima traccia "Re-nato" per l'LP "Hey Presto" de I Maniaci dei Dischi, in cui milita dal 2001 al 2005, collabora con la band di Los Angeles Rebels to the Grain per l'album "Harvest season", remixa un pezzo per lo storico rapper Speaker Cenzou, piazza un beat sul disco di Musteeno "Ipnosi collettiva" e produce vari beat tape che girano con successo. Nel 2010 si classifica 1° alla gara nazionale per beatmaker (Beat the Beat) dell'IDA. Al momento sta producendo beat per Rebels to the grain e Sangue Mostro.



SmcItalia
via cappuccio 12 (MI)
filippog@smceurope.com
andreac@smceurope.com