TRE TERZI...perchè 3/3 in matematica è uguale a 1.

"Nella musica ricerchiamo solo energia positiva" (Tre Terzi).

I Tre Terzi nascono a Palermo nel 2009, dall'amicizia ultradecennale del dittico Claudio Terzo-Ferdinando Moncada alle chitarre, condotto ad algebrico completamento da Nicola Liuzzo alla batteria. il gruppo si accorda sabato dopo sabato in chiave acustica minimale presso il pub Patapalo, formalmente conosciuto come Ignazio, ma nel giro di pochi mesi, con un primo manipolo di affezionati alle spalle, diventa tempo di allargare gli orizzonti.

Era il periodo in cui alcuni locali del centro storico cominciavano timidamente ad aprire le porte alla musica dal vivo, diffondendo un rinnovamento della cultura live di cui i Tre Terzi sarebbero presto diventati i capostipiti. Ristorante Gagini, Jazz'n Chocolate, Cavù, il gruppo attira una schiera crescente di ammiratori, passando, quando serve, dall'acustico all'elettrico, come al Reloy, Birimbao, Ricovero, Atelier. Ai tre si unisce l'inseparabile quarto/terzo Diego Tarantino, al basso, oltre a un nugolo di musicisti satellite come il polistrumentista Ugo Perricone, o i sassofonisti Michele Mazzola e Claudio Giambruno. Il fenomeno Tre Terzi dilaga a macchia d'olio per tutta la città, buona parte della Sicilia, fino a Lampedusa, dove nell'estate del 2012, il gruppo trascorre una no-stop di tre settimane, decisiva per la loro carriera.

Con un repertorio che spazia dal Rhythm and Blues, al rock anni '70, con influenze fusion e ampio spazio all'improvvisazione, è difficile richiamare alla memoria del panorama musicale palermitano una band di sole cover rimasta così saldamente sulla cresta dell'onda per un così lungo periodo di tempo. Ed è legittimo domandarsi un come mai, o tentare di spiegarne i motivi, e in effetti ci proveremo, coscienti però che le ragioni di questo tipo di successo sono spesso da ricercare nei misteri delle alchimie emotive, in quelle imperscrutabili scintille capaci di generare una forza superiore alla somma delle parti e accendere le fiamme di una miccia oltre i confini dell'incendio. Onde e fuochi, appunto, proprio come le notturne spiagge estive di Scopello, dove Claudio e Ferdinando, davanti al mare, un falò, e uno sparuto pubblico di amici, riscuotevano i primi naturali successi. E forse il segreto potrebbe nascondersi proprio lì, nella naturalezza.
> ABBIAMO CONDIVISO IL PALCO CON:
>
> NICCOLO' FABI, ALBERTO FORTIS, LELLO ANALFINO, GIUSEPPE MILICI, GARETH BROWN, RED RONNIE
>
>
>
> ABBIAMO COLLABORATO CON:
>
> UGO PERRICOINE: BASSO, PERCUSSIONI,ARMONICA E SYNTH
> GIAMPIERO RISICO: SAX
> CLAUDIO GIAMBRUNO: SAX
> MICHELE MAZZOLA: SAX
> SAMUELE DAVI': TROMBA
> MARCELLO MADREUCCI: VOCE E CHITARRA
> ANTONIO FURCERI: TASTIERE MOOG E HAMMOND
> UMBERTO PORCARO: CHITARRA
> MANFREDI TUMMINELLO: CHITARRA
> ANTONIO ZARCONE: PIANOFORTE
> CHIARA MINALDI: VOCE
> EMANUELE RINELLA: BATTERIA
> ALESSANDRA SALERNO: VOCE
> VITO DE CANZIO: VOCE
> I CIRRONE: ROCK POP BAND
> LEONARDO TRIASSI: ARMONICA E VOCE